Clima: piccole isole Pacifico a Roma per settimana formazione contro disastri naturali

285
Foto di JAY PARK da Pixabay

ROMA, 9 DICEMBRE – Il rafforzamento delle conoscenze tecniche e scientifiche e della collaborazione tra l’Italia e i piccoli stati isola del Pacifico (PSIDS) nel settore della prevenzione, gestione e risposte ai disastri naturali e’ stato al centro oggi, presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, della prima giornata di una settimana di formazione offerta dall’Italia con scambi di esperienze e buone prassi in materia di protezione civile. I piccoli stati isola del Pacifico sono infatti esposte a cicloni e ad altri disastri naturali di crescente intensità e frequenza a causa del cambiamento climatico.

L’attività di formazione è stata organizzata su impulso e con il finanziamento del Ministero degli Esteri e della Cooperazione nell’ambito del lungo rapporto dell’Italia con i PSIDS e con l’attiva collaborazione del Dipartimento della Protezione civile.

Oltre ad essere presente da molti anni nel Pacifico con diversi programmi di cooperazione allo sviluppo, focalizzati soprattutto nel settore delle energie rinnovabili e di risposta ai disastri naturali, l’Italia ha offerto negli ultimi anni un forte sostegno dato alla lotta ai cambiamenti climatici in seno alle Nazioni Unite e negli altri fori internazionali.

I nove funzionari (provenienti da Isole Cook, Fiji, Kiribati, Nauru, Palau, Isole Salomone, Tonga, Tuvalu e Vanuatu) si sono successivamente spostati presso la sede del Dipartimento della Protezione civile, per visitare le sale operative e il Centro Funzionale Centrale. Nei prossimi giorni la delegazione sarà ospite di alcune strutture del Dipartimento – Fondazione CIMA, INGV – nonché della Direzione Centrale per l’Emergenza, il Soccorso Tecnico e l’Antincendio Boschivo del Dipartimento dei Vigili del Fuoco e del comando Generale della Guardia Costiera, con momenti formativi e visite sul campo che permetteranno ai partecipanti di entrare in contatto con alcune delle eccellenze scientifiche e tecniche di cui si avvale il Sistema di Protezione Civile. (@OnuItalia)