Clima: Zappia, alzare il livello dell’ambizione collettiva

181

NEW YORK, 29 OTTOBRE – Intervenendo nel corso di un briefing virtuale di presentazione del “Climate Ambition Summit”, l’Italia ha affermato che è necessario alzare il livello dell’ambizione collettiva per un’azione decisiva contro il cambiamento climatico. L’Italia, insieme all’Unione Europea, è impegnata a raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, ha affermato in videoconferenza la Rappresentante Permanente italiana alle Nazioni Unite, Mariangela Zappia, osservando che il Green New Deal europeo porterà a un cambiamento trasformativo in tutto il mondo.

“Le nostre decisioni di oggi determineranno le traiettorie del carbonio per i decenni a venire. Come prossima presidente del G20, l’Italia lavorerà per garantire che l’azione per il clima sia il fondamento della ripresa post-pandemia”, ha detto Zappia, aggiungendo che “l’azione per il clima non è entrata in pausa” a causa del Coronavirus.

Insieme all’ONU, Regno Unito, Francia e Cile, l’Italia è partner nella promozione del “Climate Ambition Summit”. Sullo sfondo della crisi COVID-19, “l’evento sarà un’occasione fondamentale per rilanciare gli impegni presi cinque anni fa a Parigi e per accrescere la nostra ambizione collettiva, lavorando per azioni più coraggiose e decise contro il cambiamento climatico e per una ripresa basata sui principi di sostenibilità, solidarietà e inclusività”, ha affermato Zappia.

L’Ambasciatrice ha osservato che il 2021 offrirà l’opportunità di costruire slancio sull’azione per il clima anche attraverso altri due grandi eventi internazionali: il Food Systems Summit e il Global Health Summit che l’Italia ospiterà insieme alla Commissione Europea. In entrambi i casi, si dovrà prestare particolare attenzione alle forti interrelazioni tra cambiamento climatico, sistemi alimentari e salute pubblica. (@Onuitalia)