A Ginevra si riunisce la commissione del Codex Alimentarius. Focus su etichette, pesticidi, additivi

1053

GINEVRA, 5 LUGLIO – Si riunisce a Ginevra da lunedì 8 luglio la 42ma sessione della Commissione del Codex Alimentarius. I membri dell’organismo internazionale per la definizione degli standard alimentari approveranno norme, linee guida e Codici di Condotta. I punti salienti della riunione prevedono decisioni su:

• Limiti massimi per i residui di pesticidi negli alimenti
• Allineamento degli additivi alimentari e piena integrazione nella Norma Generale per gli Additivi Alimentari
• Linee guida per la rapida analisi dei rischi in seguito a casi di rilevamento di contaminanti negli alimenti per i quali non è prevista alcuna regolamentazione
• Piano strategico 2020-2025
• Nuovi lavori da approvare:
Etichettatura degli allergeni, controlli sull’e-commerce, linee guida per composti di scarso interesse per la salute pubblica che potrebbero essere esclusi dalla definizione dei livelli massimi di residui.
Sono inoltre previsti eventi a margine sui problemi relativi all’e-commerce, ai nuovi prodotti alimentari e al livello globale delle malattie di origine alimentare.

Il Codex Alimentarius, istituito nel 1963 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura (FAO) e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), è l’organismo delle Nazioni Unite per le norme alimentari, incaricato della tutela della salute dei consumatori e di garantire norme corrette nel commercio alimentare a livello internazionale.

Costituita dai governi di 188 Paesi più l’Unione Europea, la Commissione del Codex Alimentarius si riunisce ogni anno per emanare norme sulla qualità e salubrità degli alimenti e le relative indicazioni.