CoESPU compie 15 anni, celebra con 12.000 elementi di polizia formati per operazioni di pace

847
Foto CoESPU News su Twitter

VICENZA, 3 MARZO – Con 12.182 elementi di polizia formati in vista di operazioni di pace provenienti da 122 Paesi e 17 organizzazioni internazionali, ha compiuto 15 anni di attivita’ il Centro di eccellenza per le Unità di polizia di stabilità (Center of Excellence for Stability Police Units, CoESPU) dell’Arma dei Carabinieri.

Fondato il 1º marzo 2005 a Vicenza nella caserma intitolata al generale Antonio Edoardo Chinotto, dove ha attualmente sede, il Centro è basato sul modello sperimentato dai carabinieri nel corso di missioni di pace effettuate all’estero, ed è soprattutto indirizzato a formare prevalentemente, ma non esclusivamente, personale di paesi appartenenti al continente africano o con necessità di accrescere la propria capacità di sostegno internazionale al supporto di operazioni per la pace.

Alla sua direzione è preposto un generale dei carabinieri, e ha come vicedirettore un colonnello statunitense. Il CoESPU nacque per iniziativa italiana, promossa dal Ministero degli Esteri e dal Ministero della Difesa, in collaborazione con il Dipartimento di Stato, nel quadro delle attività del G8 di Sea Island a sostegno della pace e della sicurezza in Africa. Il piano d’azione del G8 mirava ad aumentare la capacità globale di sostegno alle PSO, particolarmente nei paesi africani, mediante l’addestramento di “peacekeeper” internazionali di cui, il 10%, composto da forze di polizia “tipo-carabinieri/gendarmeria”, specializzate nella gestione della transizione da una situazione di post-crisi ad un più stabile contesto ove effettuare attività di ricostruzione. (@OnuItalia)