Come cambia la cooperazione: panel con Zappia al Meeting di Rimini 2020

251

RIMINI, 19 AGOSTO – Come sta cambiando il modo di lavorare nella cooperazione internazionale dopo l’esperienza globale e ancora in corso della pandemia? Come sono cambiati i modi di implementare i progetti quando la mascherina è d’obbligo e non si possono più creare assembramenti e non ci possono essere più incontri in presenza ravvicinata? Dove vanno i fondi per lo sviluppo? Possono la tecnologia e il digitale sostituire supplire o rilanciare la cooperazione? Queste alcune delle domande a cui cercheranno di dare una risposta i partecipanti a un panel in programma il 23 agosto nella giornata conclusiva del Meeting di Rimini 2020.

Tra gli interventi previsti nel dibattito moderato da Luciano Piscaglia di Tv2000, quello della Rappresentante Permanente italiana all’Onu Mariangela Zappia. Attesi anche Paola Berbeglia, Delegata Educazione alla Cittadinanza Globale Concord Italia; Andrea Bianchessi, Regional manager AVSI East Africa; Fiammetta Cappellini, Regional manager AVSI Caraibi; Stefano Manservisi, Special advisor del Commissario europeo per l’Economia e Giorgio Marrapodi, Direttore della Direzione Generale per la Cooperazione allo sviluppo del Ministeri degli Esteri.

Il panel e’ il secondo dedicato dal Meeting di Rimini al tema della cooperazione. Domani, in collaborazione con il Ministero degli Esteri, l’Associazione Italiana Calciatori e Sky Sport, la vice ministra Emanuela Claudia Del Re e Giampaolo Silvestri, Segretario Generale Fondazione AVSI e Simone Perrotta di AIC illustreranno il “modello educativo AIC”, basato sull’inclusione sociale e su una corretta (e felice) crescita psico-fisica di bambine e bambini e già sperimentato con successo in Uganda con AVSI, esportato dalla Cooperazione Italiana in Giordania. (@OnuItalia)