Conferenza di Nairobi: Del Re, molto da fare ancora su parità di genere

632

NAIROBI, 13 NOVEMBRE – “Oggi il mondo è un posto migliore per le donne e le giovani di quanto non fosse nel passato, ma molto ancora resta da fare”. Lo ha detto la Vice Ministra degli Affari Esteri della Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re, intervenendo oggi al Vertice di Nairobi che celebra il 25mo anniversario della Conferenza Internazionale su Popolazione e Sviluppo, tenutasi al Cairo nel 1994.

“Molto ancora resta da fare”, ha  aggiunto la Vice Ministra, evidenziando i passi ancora da compiere per il raggiungimento della parità di genere nel 2030, in termini tra l’altro di riforme legislative, rappresentanza politica, parità salariale e rispetto dei diritti sessuali e riproduttivi femminili.

“L’Italia è in prima fila in questa battaglia, e per questo sono lieta di annunciare nuovi e ulteriori contributi finanziari per accelerare la fine della violenza di genere e delle pratiche tradizionali nocive anche continuando le nostre campagne in collaborazione con UNFPA (il Fondo dell’ ONU per la popolazione) per aumentare l’informazione e la consapevolezza nelle comunità e tra i giovani”, ha aggiunto la Del Re: “L’Italia sarà sempre al fianco di donne e giovani: ogni persona conta”.

A margine della sua partecipazione al vertice ICPD25 di Nairobi, la Vice Ministra Emanuela Del Re ha avuto due incontri bilaterali con la Ministra degli Affari Esteri, Monica Juma e con il Ministro del Tesoro, Ukur Yatani Kanacho.

Al centro dei colloqui la vicenda della connazionale Silvia Romano, sequestrata in Kenya lo scorso anno. La riunione ha consentito di fare stato della forte collaborazione a livello operativo tra i due Paesi per una positiva soluzione della vicenda. La Ministra Juma ha ribadito il forte impegno del Kenya in tal senso, anche nell’interesse nazionale del suo Paese, sia a livello investigativo che giudiziario.

Gli incontri hanno poi consentito di passare in rassegna lo stato delle relazioni bilaterali. Si è convenuto di lavorare in particolare per il rafforzamento delle relazioni commerciali e dell’impegno comune nella lotta al terrorismo.

La Vice Ministra ha infine visitato il “Ruaraka Uhai Neema Hospital” realizzato nell’ambito dei progetti guidati dalla ONG italiana World Friends con il contributo della Cooperazione Italiana. Nell’occasione la Vice Ministra ha avuto un incontro con i rappresentanti delle ONG italiane operanti nel Paese, che le hanno offerto una panoramica dei progetti in corso nel Paese.

(@OnuItalia)