COP26: Costa inaugura serie Webinar per i giovani, otto incontri da luglio a marzo

279

ROMA/NEW YORK, 26 GIUGNO – “Oggi segniamo l’inizio di un progetto ambizioso, mirato a conoscere volti, storie e opinioni di giovani impegnati nella lotta al cambiamento climatico: lo ha detto il ministro dell’Ambiente Sergio Costa inaugurando la serie #Youth4ClimateLive organizzata dalla PreCop 26 italiana in collaborazione con l’ufficio dell’inviata speciale dell’Onu per i giovani e del programma Connect4Climate della Banca Mondiale.

L’obiettivo e’ di consentire ai giovani di tutto il mondo di fare proposte e per la prima volta di dare un contributo ai lavori tra i quasi 200 paesi membri della convenzione Onu sui cambiamenti climatici. Otto webinar, dal prossimo luglio fino al marzo 2021, prepareranno l’evento
“Youth4Climate: Driving Ambition” e la pre-Cop26, che si svolgeranno entrambi a Milano nell’autunno 2021. Oggi l’evento di lancio, aperto dal  videomessaggio di Costa: “Vogliamo sollecitare idee, proposte, iniziative per costruire ponti tra ragazzi e istituzioni internazionali. L’apporto della gioventù, con la sua energia, la sua freschezza, il suo entusiasmo è fondamentale per iniettare ambizione nell’azione climatica globale”, ha detto il ministro.

Gli incontri raccolgono il testimone dallo Youth Summit di settembre a New York voluto dal Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres e realizzato anche con il concreto supporto italiano. “Da allora l’Italia si è impegnata attivamente per valorizzare il protagonismo dei giovani”, ha detto Costa anticipando che Youth4Climate di Milano riunira’ centinaia di ragazze e ragazzi: “Ne ospiteremo due da ogni Paese, con parità di genere per condividere conoscenze, elaborare idee e presentare proposte sul cambiamento climatico direttamente ai decisori politici e ai negoziatori della PreCOP”.

Con Costa sono intervenuti oggi all’evento di lancio in videoconferenza il presidente della Cop26, Alok Sharma, la segretaria esecutiva dell’Unfccc, Patricia Espinosa, e la presidente della Cop25, Carolina Schmidt. Le conclusioni sono state affidate all’inviata speciale dell’Onu Jayathma Wickramanayake, che lancerà una domanda a cui i ragazzi saranno chiamati a rispondere con un video usando l’hashtag #Youth4ClimateLive. (@OnuItalia)