Coronavirus: Palazzo di Vetro aperto, ma solo staff essenziale

798
Foto Alessandra Baldini

NEW YORK, 13 MARZO – “A seguito di ampie consultazioni con gli alti dirigenti, incluso il direttore medico, il segretario generale dell’Onu Antonio Guterres ha deciso di intensificare le misure precauzionali presso il Palazzo di Vetro per mitigare la diffusione del coronavirus”. Lo fa sapere un portavoce delle Nazioni Unite.

Il quartier generale dell’Onu di New York rimane aperto (gia’ la settimana scorsa pero’ aveva sospeso le visite del pubblico non accreditato – ma “a tutto il personale sarà richiesto di lavorare da casa a meno che la loro presenza fisica non sia necessaria per lo svolgimento di servizi essenziali da lunedì 16 marzo a domenica 12 aprile”, ha detto il portavoce.

Dopo tre settimane si valutera’ la necessità di mantenere un livello ridotto di personale nell’edificio. L’obiettivo e’ duplice: “Ridurre la nostra presenza fisica nella sede delle Nazioni Unite, pur continuando a rispettare i nostri mandati”.

Ieri l’Onu aveva registrato il suo primo caso di Coronavirus: una diplomatica filippina testata positiva e che lunedi’, ancora asintomatica, aveva partecipato a una riunione del Comitato Affari Legali. Oggi ha chiuso la sede newyorchese dell’UNICEF per un mese dopo che due dipendenti sono risultati sospetti. (@OnuItalia)