Corte Penale Internazionale: Italia conferma sostegno in occasione assemblea generale

891

L’AJA, 6 DICEMBRE – Prosegue il sostegno dell’Italia al lavoro della Corte Penale Internazionale impegnata in questi giorni all’Aja nell’assemblea generale degli Stati che ne fanno parte. Nell’occasione l’Ambasciata d’Italia nei Paesi Bassi ha contribuito ad organizzare due eventi a margine.

Organizzato in collaborazione con l’Ambasciata del Giappone ed intitolato ‘Realizing Expeditious Criminal Proceedings’, il primo evento ha contribuito ad affrontare le tematiche della ragionevole durata del processo e delle indagini, garantendo al contempo il rispetto dei diritti fondamentali di tutte le parti processuali coinvolte. A tale evento, moderato dall’ex presidente del Tribunale Penale Internazionale per l’ex-Jugoslavia Fausto Pocar, hanno preso parte come relatori i giudici giapponese e italiano Noguki e Franz i quali hanno illustrato come tale tema venga affrontato e regolato nei rispettivi sistemi giudiziari nazionali e come una simile esperienza possa servire da modello.

Il secondo evento, dal titolo ‘Protection and Participation of Victims in the ICC System’, organizzato congiuntamente con l’Ambasciata del Cile, ha permesso di analizzare come implementare la partecipazione processuale delle vittime sia nella fase delle indagini che in quella processuale. Al dibattito hanno contributo con le loro riflessioni l’ex giudice della Corte Penale Internazionale Cuno Tarfusser, l’avvocato cileno esperto di diritti umani, Francisco Cox, e Paolina Massidda, responsabile dell’ufficio per le vittime presso la Corte Penale Internazionale.

L’assemblea degli stati parte della Corte Penale Internazionale si svolge all’Aja dal 2 al 7 dicembre. Ad entrambi gli eventi hanno partecipato altresì numerosi rappresentati della Corte Penale Internazionale, della società civile e del mondo accademico, nonche’ Rosario Aitala e Tomoko Akane, entrambi giudici presso la Corte Penale Internazionale. (@OnuItalia)