COVID-19: Italia con altri Paesi UE riafferma sostegno peacekeeping

382
UE ONU
NEW YORK, 8 APRILE – L’Italia assieme agli altri Paesi dell’Unione Europea riafferma il suo impegno per le operazioni di pace dell’Onu dopo l’annuncio del Segretario Generale Antonio Guterres che dispiegamenti e rotazioni dei contingenti sono sospesi fino alla fine di giugno a causa del Coronavirus.
“In questi momenti difficili e in linea con i principi dell’Azione per il Peacekeeping del Segretario Generale dell’Onu Antonio Guterres, e’ cruciale assicurare la continuazione delle missioni, la sicurezza dei caschi blu e la risposta umanitaria al virus COVID-19”, si legge in una lettera inviata dalle missioni UE allo stesso Guterres e, per conoscenza, al capo del Peacekeeping Onu Jean Pierre Lacroix e al sottosegretario generale per il sostegno logistico Athul Khare.
“Nell’Unione europea, la maggior parte dei nostri Paese contribuiscono con forze militari e di polizia alle Nazioni Unite o ospitano una missione di pace dell’Onu. Forniamo personale in uniforme sia alle missioni di peacekeeping che alle missioni politiche speciali. Vogliamo sottolineare che, nonostante le difficolta’ poste dalla pandemia sui nostri sistemi, siamo piu’ impegnati che mai nel lavoro che i caschi blu portano avanti in tutto il mondo”, si legge nella lettera. (@OnuItalia)