Da domani a Kyoto il Congresso Onu anti-crimine

Amb. Cortese presiede riunione preparatoria

114

VIENNA, 6 MARZO – Il Rappresentante Permanente italiano presso le organizzazioni internazionali di Vienna, Ambasciatore Alessandro Cortese, ha presieduto oggi le riunioni formali in vista del Congresso delle Nazioni Unite sulla Prevenzione del Crimine che si apre domani a Kyoto. Si tratta di un evento quinquennale e del principale foro delle Nazioni Unite in materia di prevenzione del crimine e giustizia penale.
Cortese presiede la CCPCJ, (Commission on Crime Prevention and Criminal Justice), che costituisce l’organo preparatorio del Congresso e oggi ha moderato le consultazioni ufficiali pre-sessione.

Al Congresso, in corso fino al 12 marzo, interverranno un centinaio di ministri, la maggior parte attraverso collegamenti online o video pre-registrati. Per l’Italia, la delegazione sarà guidata dalla Ministra della Giustizia Marta Cartabia, l’ex presidente della Corte Costituzionale, il cui intervento pre-registrato dovrebbe essere trasmesso lunedì 8 marzo.

Alessandro Cortese

Il foro dell’Onu rappresenta il consesso più importante e diversificato del mondo – riunendo decisori politici, esperti, universitari, organizzazioni governative e non, rappresentanti della società civile – nel campo della prevenzione del crimine e della giustizia penale. Inaugurato nel 1955, si tiene ogni cinque anni in diverse del mondo e su temi più vari. Si tratta di un forum per uno scambio di idee ed esperienze tra i vari stati, ma anche per l’identificazione di nuove tendenze nel crimine e delle politiche per affrontarle.
Il 14/o congresso si sarebbe dovuto svolgere nell’aprile dello scorso anno ma a causa della pandemia di Covid è stato rinviato. (@OnuItalia)