Del Re in Niger con volo umanitario, illustra strategia migratoria

215

NIAMEY, 14 OTTOBRE – La Vice Ministra degli Esteri Emanuela Del Re è da ieri in Niger con il volo umanitario della Cooperazione italiana effettuato in partenariato con il COI-Ministero della Difesa, contenente materiale di primo soccorso per le vittime delle gravi inondazioni che hanno colpito circa 500.000 persone nel Paese nelle scorse settimane.

In considerazione della sua posizione geografica strategica al crocevia delle rotte migratorie, il Niger è per l’Italia un partner politico e securitario strategico e rappresenta oggi uno dei maggiori beneficiari degli aiuti italiani nel campo della cooperazione, ha ricordato la Del Re che e’ stata ricevuta all’arrivo dal ministro degli Esteri Kalla Ankourao.

La Vice Ministra ha illustrato a Ankourao la strategia migratoria italiana per il Niger. Elaborato dalla Farnesina insieme alle organizzazioni delle Nazioni Unite in loco, che ne cureranno l’attuazione e finanziato con 8 milioni di euro del Fondo Migrazioni, il piano d’azione consiste in cinque pilastri, integrati: protezione e assistenza a favore di migranti e rifugiati, loro coesistenza con le comunità locali, lotta al traffico di esseri umani, sviluppo delle opportunità d’impiego nelle regioni di origine dei flussi, coordinamento dei progetti in ambito migratorio in corso nel Paese.

L’auspicio e’ che innovativo approccio, adottato dalla Farnesina per la prima volta in Niger, favorisca l’efficacia e la coerenza delle iniziative migratorie sul campo, in linea con le recenti riforme promosse dal Segretario Generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres, rendendo ancor più mirati ed efficienti i progetti finanziati dall’Italia.

Oggi poi la Del Re ha preso parte alla cerimonia di posa della prima pietra del memoriale dei martiri del terrorismo a Niamey insieme al Presidente del Niger Issoufou. “L’Italia sostiene gli sforzi e l’azione della lotta al terrorismo dovunque nel mondo. Siamo impegnati a livello internazionale per attaccare il fenomeno terroristico da molteplici angolature – ha dichiarato la Vice Ministra sottolineando che la partnership con il Niger in questo campo si consolida ogni giorno di più anche grazie alla missione di formazione e assistenza militare, MISIN, presente nel Paese.

Successivamente, la Vice Ministra ha personalmente consegnato nelle mani del Ministro per l’Azione umanitaria e gestione delle catastrofi nigerino, Magagi Laouan, il materiale umanitario trasportato ieri dal volo Umanitario della Cooperazione Italiana: tende, latrine, zanzariere, cisterne d’acqua. Il Ministro Laouan ha ringraziato il Governo e il popolo italiano per il nuovo gesto di solidarietà (dal 2018, sono stati realizzati 10 voli umanitari della Cooperazione Italiana). “Non è solo un gesto di solidarietà, ma di vera fratellanza tra i nostri Paesi, legati da un destino comune”, ha risposto la Del Re. (@OnuItalia)