Diritto al cibo: Cornado, “Italia delusa da rapporto Elver”

506
Hilal Elver
GINEVRA, 3 MARZO – Nel quadro dei lavori della 43ma sessione ordinaria del Consiglio Diritti Umani delle Nazioni Unite, l’Ambasciatore Gian Lorenzo Cornado, Rappresentante Permanente d’Italia presso le Nazioni Unite a Ginevra, e’ intervenuto oggi nel dialogo interattivo con la Relatrice Speciale per il diritto al cibo Hilal Elver per esprimere il “vivo disappunto” dell’Italia in merito al rapporto dalla stessa predisposto a seguito della sua visita nel nostro Paese.
L’Ambasciatore Cornado ha denunciato la mancanza di obiettività di un rapporto che restituisce un’immagine non realistica dell’Italia e del suo impegno nell’attuazione del diritto al cibo, rapporto che non tiene conto di tutte le informazioni fornite dalle diverse Amministrazioni italiane coinvolte nella visita della Relatrice Speciale.
“Il Rapporto si sofferma su situazioni specifiche e circoscritte relative all’agro-alimentare che sono state indebitamente generalizzate ed estese all’intero settore”. Il rapporto, inoltre, “non sottolinea tutto ciò che l’Italia fa per aiutare le persone in condizione di povertà o emergenza, né l’impegno del nostro Paese nella lotta al caporalato ed all’illegalità nel settore agro-alimentare ne’ il positivo impatto del reddito di cittadinanza, quale strumento della strategia anti-povertà, sul diritto al cibo”, ha detto Cornado.
Per leggere l’intervento integrale dell’Ambasciatore, cliccare qui.