Donne: torna ONE BILLION RISING, da sei anni il mondo in piazza contro la violenza e lo sfruttamento

150
donne marcia washington
foto Alessandra Baldini

ROMA, 6 FEBBRAIO -Torna anche quest’anno ONE BILLION RISING – la manifestazione considerata ormai dal 2013 un punto di riferimento nella battaglia contro la violenza su donne e bambine – con un’azione internazionale per ribadire la convinzione che, con dedizione organizzata e passione condivisa, si può sfidare il sistema e rivendicare il diritto delle donne a decidere in pieno della propria vita. Dopo l’adesione alla mobilitazione nazionale del 10 novembre contro il Disegno di legge Pillon su separazione e affido, il 2019 sarà centrato sull’idea della Libertà delle donne e culminerà negli eventi previsti fra il 14 e il 17 febbraio, coinvolgendo più di cinquanta città in Italia, un miliardo di persone in tutto il mondo: per gli organizzatori si tratta di ”un’occasione straordinaria per celebrare in modo gioioso, irriverente e libero, la volontà di fermare ogni forma di abuso sulle donne, ma anche ogni violenza commessa sistematicamente in ambito economico, politico, socio-culturale, ambientale e intellettuale”.

Nata nel 2013 per volontà di Eve Ensler, autrice del celebre I monologhi della Vagina e fondatrice del VDay, ONE BILLION RISING ha ricevuto nel tempo consensi crescenti, facendo da apripista al dibattito sempre più intenso sui diritti, le disuguaglianze economiche e lo sfruttamento delle donne in tutto il mondo. Da Genova a Trieste da Bologna a Palermo, anche quest’anno sono numerosi gli eventi previsti in tutta Italia, tra cui l’appuntamento a Roma, il 16 febbraio dalle ore 16.00 in Piazza San Silvestro, con il patrocinio del Municipio Roma I Centro e in collaborazione con la Ong Differenza Donna.

Tra le adesioni alla campagna 2019, in un impegno comune di ascolto, lotta, resistenza e solidarietà intese come modo di vivere, ci sono Amnesty International Italia, AMREF, Assist Associazione Nazionale Atlete, AUSER, Casa Internazionale delle Donne Roma, CGIL , Differenza Donna ONG, D.I.re., EMERGENCY, Gi.u.li.a, Rebel Network, Se Non Ora Quando Factory, Women in Film, Women’s March Rome. 

(@novellatop, 6 febbraio 2019)