Europa Day: COVID-19; Del Re per multilateralismo ispirato alla scienza

676
Emanuela del Re

ROMA, 9 MAGGIO – La UE costituisce “un esempio fulgido nella storia umana per superamento di inimicizie e conflitti per arrivare a pace e prosperità. E’ il luogo del mondo più importante in cui diritti umani e libertà fondamentali sono tutelati. Mai come oggi si riflette su necessità di multilateralismo efficace e anche l’ UE avverte necessità di doversi confrontare su quello che sta accadendo”, ha dichiarato in occasione della Festa dell’Europa la Vice Ministra Emanuela Del Re, intervenendo all’incontro online pubblico del sabato promosso dall’Associazione Luca Coscioni, attiva a livello mondiale a tutela del diritto alla salute e alla scienza.

L’appuntamento di oggi aveva come tema proprio le celebrazioni, con proposte e azioni e sfide per affrontare emergenze che riguardano tutti: sanitarie, economico-sociali, climatiche e, infine, l’emergenza democratica. “La scienza in questo ambito deve avere un ruolo fondamentale”, ha detto la Del Re: “E’ l’elemento di unione globale sui cui impostare un’azione collettiva. Occorre investire sulla ricerca significa, mettere in campo soluzioni di lungo periodo e non intervenire solo in emergenza. La strategia è quella di creare meccanismi che possano avviare reti di solidarietà per rispondere a nuove criticità, riuscendo a offrire interventi tempestivi di prevenzione contenimento e contrasto”

Secondo Marco Cappato, tesoriere dell’Associazione Luca Coscioni, la UE è al bivio: “Di fronte al nazionalismo cinese e russo, ma anche degli USA di Donald Trump, l’Europa deve prendere la leadership della cooperazione internazionale nella lotta al coronavirus e nella gestione delle tante crisi si si sommano: economico-sociale, climatica, democratica. Il modo migliore per festeggiare l’Europa è quello di prendere iniziative concrete per rafforzare la UE rendendola più democratica al proprio interno e più efficace sul piano internazionale”. (@OnuItalia)