Festa dell’Europa: il 9 maggio tra Onu, Dichiarazione Schumann e Beethoven

763

GINEVRA, 29 APRILE – Il 9 maggio in nome della solidarietà e del multilateralismo nell’Unione Europea: le celebrazioni della Festa dell’Europa quest’anno coincidono con i 70 anni della Dichiarazione Schuman, i 75 anni delle Nazioni Unite e con il 250 compleanno di Beethoven.  Il 9 maggio 2020, a partire dalle ore 11:00, l’Europa si ritroverà unita in un abbraccio virtuale per celebrare questa speciale ricorrenza. Nove artisti, provenienti da differenti Paesi dell’Unione europea, dal Mediterraneo al Mar Baltico, da Bruxelles a Vienna, si sintonizzeranno dalle loro abitazioni esibendosi nella Nona Sinfonia di Beethoven per una durata di 9 minuti ciascuno. Ogni artista

Beethoven

rappresenterà un differente genere musicale, dalla musica classica al pop, dal jazz al rap. Il susseguirsi di generi diversi, da parte di artisti di differenti nazionalità, sta a rappresentare la ricchezza nella diversità, la solidarietà e la creatività quali valori essenziali per l’Unità europea.
Sono previste inoltre dichiarazioni del Segretario Generale dell’ONU Antonio Guterres, dell’Alto rappresentante dell’Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza /Vice presidente della Commissione europea Josep Borrell e del Governo austriaco.
Brevi videoconferenze con gli artisti provenienti dai diversi Paesi dell’Unione saranno infine incentrate sul tema della solidarietà europea e sulla vita durante questo difficile periodo di distanziamento sociale: esperienze, ispirazioni, significato del sentirsi europei.
Nel giorno della Festa d’Europa si presenta quindi l’opportunità di richiamarsi ai valori dell’unità e della solidarietà fra i Paesi europei.