Di Stefano: presidenza italiana G20, superare carbone – energia al servizio dell’ambiente

625
Centrali a carbone

ROMA, 23 NOVEMBRE – In vista della presidenza italiana del G20 che sta per aprirsi, si moltiplicano le iniziative di confronto sui temi principali in discussione, tra cui spicca l’ambiente: il Sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano è intervenuto all’evento “The G7 and G20 pathways for climate action towards COP26” organizzato dall’Istituto Affari Internazionali (IAI).

Manlio di Stefano

”L’Italia e l’Europa hanno oggi l’obiettivo ambizioso di raggiungere la neutralità rispetto al carbone entro il 2050 – ha dichiarato il sottosegretario – Oggi la vera sfida è quella di porre l’energia in funzione del clima e dell’ambiente, superando la dicotomia energia/ambiente. E proprio per questo motivo abbiamo voluto che la Cabina di Regia interministeriale Energia-Ambiente trattasse congiuntamente i due temi”. La prossima Presidenza italiana del G20  sarà centrata sulle ‘3 P’: Persone, Pianeta, Prosperità.  Discussa anche la Presidenza italo-britannica della CoP 26, destinata a fare il punto sull’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici del 2015. ”In queste sedi – ha continuato Di Stefano – intendiamo promuovere un approccio centrato sui bisogni dell’umanità, che ha bisogno di energia ma non può vivere in un ambiente degradato”.rinnovabili

”Abbiamo molti strumenti a nostra disposizione, dalla finanza climatica, ai progetti sull‘idrogeno, la cattura e immagazzinamento di anidride carbonica, le energie rinnovabili. Siamo convinti che tutto questo sia possibile, e vogliamo incentivare un utilizzo di risorse che sia in simbiosi con il mondo che abitiamo, coinvolgendo istituzioni internazionali, aziende e cittadini in questa sfida” ha concluso il sottosegretario.