Gavi Alliance: Conte, Italia aumenta sforzi per i vaccini

1896

LONDRA, 4 GIUGNO – L’Italia aumenta i suoi sforzi per i vaccini: al vertice organizzato a Londra dal governo britannico a favore di Gavi Alliance, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato un incremento dell’impegno italiano sino al 2030 di 120 milioni di euro per un importo totale di 287,5 milioni.

L’Italia darà quasi 80 milioni di euro alla nuova Covid Facility di Gavi, per accelerare lo sviluppo del vaccino contro il Coronavirus ha annunciato il presidente del Consiglio al ‘Global vaccine summit’. Ulteriori 150 milioni fino al 2030 andranno all’IFFIm (International Finance Facility for Immunisation), a sommarsi ai 137,5 già previsti.

“Questi contributi sono un segnale concreto della nostra volontà di
continuare a investire in un efficace multilateralismo, in cooperazione internazionale e solidarietà. Intendiamo mettere questi valori al
centro della nostra presidenza del G20 nel 2021”, ha detto il premier nel suo video-intervento alla conferenza.

Gavi e’ una alleanza internazionale di governi,organismi internazionali (dall’Onu all’Oms), soggetti privati e donatori miliardari fra cui, in prima fila, Bill Gates. L’obiettivo più concreto, la raccolta di almeno 7,4 miliardi di dollari in più, è stato raggiunto e ampiamente superato fino a quota 8,8 di cui 2 miliardi da destinare all’acquisto di vaccini contro il coronavirus, non appena fossero disponibili.

All’appuntamento londinese hanno preso parte in forma digitale leader o ministri di 52 paesi, fra impegni vecchi e nuovi sullo stanziamento di fondi volti a rafforzare il programma internazionale di vaccinazione e immunizzazione sostenuto dal sodalizio.

Dall’anno della sua fondazione, nel 2000, Gavi Alliance ha messo insieme quasi 10 miliardi di dollari destinati alla distribuzione di vaccini ai bambini, soprattutto nelle aree più povere del mondo: denaro che nei prossimi 5 anni dovrebbe quasi raddoppiare grazie allo “spirito di collaborazione”, come l’ha definito il premier e padrone di casa Boris Johnson, indispensabile per combattere il “nemico invisibile” da cui lo stesso titolare di Downing Street stesso è sfuggito per il rotto della cuffia, dopo esserne stato contagiato in prima persona a marzo.

“Per sconfiggere il coronavirus dobbiamo concentrare il nostro ingegno collettivo nella ricerca di un vaccino”, ha auspicato Johnson
annunciando l’impegno britannico a donare alla causa oltre due
miliardi di dollari nei prossimi 5 anni e far diventare il suo governo principale contributore della Gavi.

Il testo dell’intervento del Premier Conte e’ disponibile qui. (@OnuItalia)