Giornata Ambiente: Onu lancia Decennio per Ripristino Ecosistema

41

NEW YORK/ROMA, 5 GIUGNO – Parte oggi ufficialmente il Decennio delle Nazioni Unite per il Ripristino dell’Ecosistema con la missione globale di far rivivere miliardi di ettari, dalle foreste ai terreni agricoli, dalla cima delle montagne alle profondità del mare. Un piano che in Italia si cercherà di attuare anche attraverso l’aumento di energia rinnovabile: 2,20 miliardi di euro del Piano Nazionale di Ripresa e di Resilienza saranno infatti impiegati per costruire nuovi impianti per le comunità energetiche e l’auto-consumo. L’iniziativa arriva in coincidenza del World Environment Day: tema centrale di quest’anno  è il “Ripristino degli Ecosistemi”.

L’obiettivo è comprendere come istituzioni, scienza, società e impresa possano agire e collaborare per prevenire, fermare e invertire i danni inflitti al pianeta; un radicale cambio di passo degli stili di vita che Italia – afferma il Ministero dell’Ambiente – assume un valore particolare, alla luce delle ingenti risorse dedicate all’ambiente all’interno del Pnrr.

La Giornata Mondiale dell’Ambiente, che si celebra ogni anno il 5 giugno, è il più grande evento annuale delle Nazioni Unite per promuovere un’azione ambientale positiva, volta a sensibilizzare il mondo per la tutela del nostro pianeta. Dalla prima edizione, nel 1974, l’evento è cresciuto fino a diventare una piattaforma globale per la sensibilizzazione pubblica sul tema dell’ambiente in oltre 100 Paesi.

“La scienza ci dice che i prossimi dieci anni costituiscono l’opportunità finale che ci è offerta per scongiurare una catastrofe climatica, invertire la marea letale dell’inquinamento e porre un termine alla perdita di specie”, ha detto il Segretario Generale dell’Onu Antonio Guterres in occasione della giornata: “Per questo, facciamo che oggi segni l’avvio di un nuovo decennio, nel quale possiamo finalmente fare pace con la natura e garantire a tutti un futuro migliore”. (@OnuItalia)