Guterres a Roma: Conte, Italia in sintonia con Onu su multilateralismo

798

(Arturo Zampaglione) ROMA, 18 DICEMBRE – Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha incontrato oggi a Villa Madama il Segretario Generale Onu, Antonio Guterres al termine della prima giornata della visita del numero uno delle Nazioni Unite in Italia. “La presenza di Guterres testimonia l’intensità del legame che unisce l’Italia alle Nazioni Unite, di cui festeggeremo il prossimo anno il 75esimo anniversario”, ha affermato Conte. “L’Italia crede fermamente nel multilateralismo efficace per affrontare le sfide globali”, ha aggiunto Conte, sottolineando che “siamo fermi sostenitori dell’azione dell’Onu con cui condividiamo valori come pace, sicurezza, lotta alle diseguaglianze, l’inclusione e la parità di genere”.

Migranti, clima, la sfida ai populismi, i diritti umani e, soprattutto, la crisi in Libia sono stati al centro del colloquio. “Il ruolo dell’Onu rimane essenziale per arrivare a soluzioni politiche condivise, in particolare in Libia. Pieno sostegno all’inviato speciale dell’Onu Ghassan Salamè perché quanto prima sia posta fine alle ostilità e sia rilanciato il processo politico. E ci auguriamo che al più presto in gennaio si possa tenere la conferenza di Berlino”, ha sottolineato il premier.

Per Guterres in Libia e’ essenziale che ci sia un immediato cessate il fuoco e subito dopo sia avviato un processo politico: “Come segretario generale
dell’Onu, sono molto frustrato che alcuni Paesi violino l’embargo sulle armi in vigore”, ha detto Guterres che, sul nodo immigrazione, ha elogiato gli “sforzi e l’umanità” dell’Italia invitando tuttavia l’Unione europea e la comunità internazionale ad una risposta collettiva. “Stati mediterranei come Italia e Grecia hanno diritto alla solidarietà e al supporto da parte del resto dell’Unione europea ma finora non abbiamo visto questa solidarietà e questo supporto pienamente materializzati”, ha ribadito il segretario generale delle Nazioni Unite congratulandosi”per l’apertura, la cura e la compassione che gli italiani hanno dimostrato nei confronti di decine di migliaia di rifugiati che sono arrivati sulle sue rive negli ultimi anni”.

Domani Guterres sara’ a Brindisi: “Solo grazie al calore del popolo italiano e alla generosita’ del governo italiano e’ possible per le Nazioni Unite essere a Brindisi, a Roma, a Firenze, a Torino e a Trieste, ma anche, come ha ricordato il Premier Conte, anche a Perugia e a Venezia”. (@OnuItalia)