‘Europa creativa’: i-Portunus, seconda chiamata per il progetto Ue per la mobilità degli artisti

746

BRUXELLES, 6 giugno – Aiutare fino a 500 artisti a costruire o migliorare le collaborazioni e a creare nuove opere, consentendo loro di recarsi in un altro paese per un periodo compreso tra i 15 e gli 85 giorni. Questo l’obiettivo di i-Portunus, nuovo progetto pilota finanziato dalla Commissione Europea, che ha lanciato il secondo dei tre inviti a presentare candidature per finanziare la mobilità europea degli artisti.
Il progetto – che ha un bilancio complessivo di un milione di euro – copre due settori: le arti visive e le arti dello spettacolo ed è aperto a tutti coloro che risiedono nei paesi che aderiscono al programma ‘Europa creativa’.
Sono già state presentate oltre 1200 richieste in risposta alla prima call pubblicata ad aprile e il prossimo anno la Commissione investirà 1,5 milioni di euro aggiuntivi in progetti simili. L’obiettivo è prepararsi al 2021, quando la mobilità degli artisti e dei professionisti del settore culturale dovrebbe diventare un’attività permanente nel quadro del nuovo programma ‘Europa creativa’.
“La mobilità transfrontaliera degli artisti è fondamentale per stimolare la creatività e la competitività dei nostri settori culturali – ha detto Tibor Navracsics, Commissario europeo per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport – Il numero di richieste per il primo invito di i-Portunus è la conferma che la nostra iniziativa è molto partecipata” ha aggiunto
Questo secondo invito a presentare candidature, aperto fino alle 14 del 24 giugno, prevede nuove funzionalità: mobilità di gruppo (fino a cinque persone), mobilità segmentata (fino a tre viaggi di almeno cinque giorni ciascuno per un minimo di 15 giorni e un massimo di 85 giorni) e un sostegno finanziario supplementare per gli artisti con esigenze particolari. Un terzo invito è previsto per l’inizio di luglio.