Incontro Fantinati-Zhu sulla e-governance, Italia al 24esimo posto

869

NEW YORK, 29 APRILE – Mattia Fantinati, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, ha approfondito in un colloquio alle Nazioni Unite con Juwang Zhu, Direttore della Divisione Istituzioni Pubbliche e Governo Digitale del Dipartimento Affari Sociali ed Economici del Segretariato ONU, i temi dell’e-governance e della digitalizzazione dei servizi della pubblica amministrazione.

“La digitalizzazione dei servizi pubblici è la cifra su cui oggi si misura l’efficienza e la capacità dei Governi di raggiungere tutti i cittadini e rispondere in maniera efficace alle loro esigenze”, ha dichiarato Fantinati, che ha 44 anni e fa parte del Movimento 5 Stelle. “L’impegno dell’Italia nella modernizzazione e nell’espansione dei servizi pubblici forniti tramite internet – ha continuato il sottosegretario – ha trovato conferma e riconoscimento nel rapporto delle Nazioni Unite sull’e-government, che ci vede posizionati al ventiquattresimo posto tra i Paesi più virtuosi e avanzati su scala globale”.

C’è comunque ancora molto da fare, ha ammesso lo stesso Fantinati: l’obiettivo è di mettere innovazione e tecnologia al servizio dei principi di inclusione, partecipazione e qualità dei servizi della Pubblica Amministrazione. Il Governo italiano sta lavorando con determinazione per realizzare appieno questi valori che sono al cuore del concetto di cittadinanza.

Juwang Zhu

Il Direttore Zhu – secondo quanto ha riferito Fantinati – ha espresso “grande apprezzamento” per il ruolo svolto dall’Italia all’ONU sui temi dell’e-governance e, più in generale, dello sviluppo sostenibile. Ha ringraziato, in particolare, per come l’Italia ha saputo gestire il negoziato sul Documento Finale del Forum per il Finanziamento dello Sviluppo (di cui l’ambasciatrice Mariangela Zappia è stata co-facilitatrice), ottenendo un testo ampio e ambizioso, che contempla anche le opportunità offerte dalla digitalizzazione per il raggiungimento dei target dell’Agenda 2030.

Fantinati ha assicurato che l’Italia “continuerà a fornire un contributo attivo in vista degli appuntamenti ONU su sviluppo e clima di settembre: “Ho ricordato, in merito, la conferenza sull’obiettivo di Sviluppo Sostenibile 16, dedicato a giustizia e istituzioni, che ospiteremo a Roma a maggio presso il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in preparazione del Forum di Alto Livello Politico che si terrà a New York il prossimo luglio.”

OI, 29-4-2019