Iraq: da Italia via UNESCO un milione Euro per programmi istruzione

358

PARIGI, 26 AGOSTO – Il governo italiano ha stanziato un milione di euro per sostenere l’istruzione in Iraq attraverso i programmi dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (Unesco). Lo ha annunciato il rappresentante permanente presso l’Unesco, Massimo Riccardo, secondo quanto riferisce il quotidiano iracheno “Al Sabaah”.

I fondi italiani finanzieranno un programma per migliorare l’accesso a un’istruzione completa e di qualità per i bambini che non vanno a scuola, specialmente nelle aree di Baghdad, Mosul e Salah al Din, spiega il giornale iracheno. Il diplomatico italiano ha aggiunto che “questa sovvenzione rientra nel quadro della promozione di una proficua cooperazione tra i due paesi, a sostegno del settore dell’istruzione nelle aree in cui sono presenti conflitti armati”.

Da parte sua, l’ambasciatore dell’Iraq presso l’Unesco, Mahmoud Mulla Khalaf, ha accolto con favore gli sforzi del collega italiano e del governo di Roma per “aiutare l’Iraq sostenendo e finanziando i programmi dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura”. Khalaf ha detto al quotidiano “Al Sabaah” che il ministero della Cultura dell’Iraq dovrebbe interagire di più con i programmi dell’Unesco. “Le presidenze (del governo, della Repubblica e del parlamento) sostengono gli sforzi dell’Iraq presso l’organizzazione delle Nazioni Unite, in particolare il primo ministro Adel Abdul Madhi”, conclude il giornale fondato dopo la caduta di Saddam Hussein nel 2003. (@OnuItalia)