Libia: membri UE Consiglio Sicurezza plaudono missione Irini

401

NEW YORK, 9 APRILE – In una dichiarazione congiunta gli ambasciatori di Germania, Belgio, Estonia, Francia e Polonia – membri Ue attuali e passati del Consiglio di Sicurezza Onu – hanno applaudito il lancio della nuova operazione Irini come importante contributo dell’Unione Europea a sostegno del processo politico in Libia e dell’attuazione delle conclusioni della Conferenza di Berlino.

“Tutte le parti e gli stati membri devono rispettare rigorosamente l’embargo sulle armi delle Nazioni Unite” hanno affermato gli ambasciatori europei: “Inoltre, la comunità internazionale ha la responsabilità comune di rafforzare il monitoraggio sotto gli auspici dell’Onu e di fornire al gruppo di esperti e al comitato delle sanzioni maggiori informazioni sulla violazione dell’embargo”.

Gli ambasciatori hanno sottolineato che l’operazione Irini, adottata dal Consiglio Europeo il 31 marzo, si concentrerà sull’attuazione e sul monitoraggio dell’embargo delle armi e opererà nel quadro delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza già esistenti. Hanno poi ribadito la richiesta di una tregua umanitaria e il forte sostegno all’appello del segretario generale per un cessate il fuoco globale, ricordando che “la UE continua a essere pronta a sostenere il processo di mediazione guidato dalle Nazioni Unite e gli sforzi della missione Unsmil”.

Irini sostituisce l’operazione Sophia, scaduta 31 marzo, e ha come
compito principale l’attuazione dell’embargo sulle armi, da qualunque parte provengano, imposto dall’ONU nei confronti della Libia, attraverso l’uso di mezzi aerei, satellitari e marittimi. Non prevede porti di sbarco in Italia in caso di salvataggi in mare ed e’ chiamata in
primo luogo a sostenere gli sforzi internazionali a sostegno di
una duratura ed equilibrata soluzione del conflitto in Libia.

Il Comando Operativo e’ a Roma e il Comandante dell’Operazione e’ l’Ammiraglio di Divisione della Marina Militare Italiana Fabio Agostini. “Si tratta – aveva detto nei giorni la Farnesina – di un risultato importante, al quale il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha sin dal principio fornito un contributo sostanziale nei continui contatti con i suoi omologhi europei”. (@OnuItalia)