Link 2007: Roberto Ridolfi nuovo presidente

447
Link 2007

ROMA, 11 GENNAIO – L’assemblea dell’associazione di Ong “LINK 2007” ha formalizzato venerdì 8 gennaio la nomina del presidente Roberto Ridolfi, già designato a ricoprire tale ruolo lo scorso 13 novembre. Con lui è stato eletto il nuovo Consiglio Direttivo presieduto dallo stesso Ridolfi e composto da Claudio Ceravolo (presidente di COOPI) che assume il ruolo di vicepresidente, Paola Crestani (presidente del CIAI), Maura Viezzoli (presidente del CISP), Andrea Borgato (vice direttore di Medici con l’Africa Cuamm).

Un commosso ringraziamento e’ andato alla Crestani che ha garantito l’unità e la continuità della vita dell’associazione nel suo momento più difficile, succedendo nella presidenza a Paolo Dieci, dopo la tragica morte il 10 marzo 2019 nell’incidente aereo nei pressi di Addis Abeba, insieme ad altri sette italiani e 150 persone di varie nazionalità.

LINK 2007 è un’associazione di coordinamento tra 13 importanti Ong del nostro Paese, alcune delle quali con tre, cinque, sette decenni di vita e di attività in settori chiave quali la salute, l’educazione, l’acqua, l’agricoltura, la formazione professionale, la parità di genere, l’ambiente, le emergenze umanitarie, stabilendo partenariati stabili, efficaci e paritari.

Roberto Ridolfi è conosciuto nel mondo della cooperazione internazionale, con i suoi 35 anni di esperienza professionale, 25 dei quali nell’Unione europea, dal 1994 al 2019. Esperto internazionale di finanza per lo sviluppo e partenariati pubblico-privato, ha ricoperto numerose posizioni dirigenziali e incarichi diplomatici. Ha assunto impegni in ambito accademico e della ricerca in università italiane e internazionali e in ambienti multiculturali. Negli ultimi tre anni è stato consigliere speciale e poi direttore generale aggiunto della FAO.

“Seguo e apprezzo da sempre LINK per quanto fa, per come lo fa e per la sua capacità di analisi e proposta: ho risposto con entusiasmo all’invito delle sue Ong e spero di riuscire a contribuire al loro rafforzamento così come al rafforzamento della loro visione lungimirante della cooperazione per lo sviluppo: umano, sostenibile, partecipato e condiviso tra continenti e popoli ”, ha detto il neo-presidente. (@OnuItalia)