Africa: Del Re a MACFRUT di Rimini, Italia attenta al potenziale del continente

949
macfrut

RIMINI, 10 MAGGIO – E’ dedicata quest’anno all’Africa MACFRUT 2019, la Fiera Internazionale della filiera ortofrutticola, inaugurata a Rimini dalla vice ministra degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Emanuela Del Re. Alla manifestazione sono presenti 200 delegazioni economiche africane provenienti da 15 Paesi diversi. Nel suo intervento, Del Re ha tenuto a valorizzare la crescente attenzione dell’Italia nei confronti dell’Africa, menzionando le recenti missioni sue e del Presidente del Consiglio Conte nel Corno d’Africa e nel Sahel. ”Per poter cogliere appieno il potenziale offerto dal Africacontinente – ha affermato – è necessario un approccio integrato, che coinvolga l’intero ciclo produttivo in quella logica di filiera che rappresenta uno dei nostri segni distintivi. Penso in particolare alla formazione della manodopera specializzata, alla fornitura di tecnologie all’avanguardia per la trasformazione delle produzioni, al potenziamento della rete idrica, alla creazione della logistica necessaria ad una idonea commercializzazione dei prodotti sia all’interno dei Paesi che per l’esportazione”.
La Vice Ministra ha sottolineato come il modello di produzione agroalimentare italiano (integrato, altamente tecnologico e sostenibile) possa essere replicato anche nel Continente africano, non solo nel settore ortofrutticolo ma anche in quello dell’allevamento e lattiero-caseario. La Cooperazione Italiana sta portando avanti il suo tradizionale impegno in materia di sicurezza alimentare e sviluppo agricolo, contribuendo a consolidare la leadership dell’Italia nel promuovere un’agricoltura inclusiva, moderna e sostenibile, a beneficio delle numerose popolazioni che tuttora vivono in povertà assoluta, prevalentemente nelle aree rurali.

Il focus sull’Africa è stato ulteriormente sviluppato nel pomeriggio nel corso della Tavola Rotonda ”Italia-Africa: una partnership rinnovata per lo sviluppo orticolo e agro-industriale”, che rientra nelle iniziative successive alla Conferenza Ministeriale Italia-Africa svoltasi alla Farnesina lo scorso ottobre.