Mannoia e Paladini in Kenya con Amref contro le mutilazioni genitali femminili

6099

ROMA, 10 GENNAIO – Termina domani la missione in Kenya della cantante romana Fiorella Mannoia e del portavoce de I Sentinelli, Luca Paladini, che hanno scelto di seguire Amref in una delle aree più remote del paese africano. Partiti il 7 gennaio hanno fatto visita ai progetti di contrasto alle mutilazioni genitali femminili nella Contea Samburu.

Fiorella Mannoia ha dato la sua voce a canzoni storiche e immortali ma anche a battaglie sui diritti umani ed è storica amica e testimonial Amref.

Luca Paladini, visionario attivista sui diritti umani, fondatore e portavoce dei Sentinelli, è oggi una voce autorevole della società civile milanese. Ha contribuito alla costruzione della rete milanese People (di cui Amref è tra i promotori), protagonista di iniziative di grande impatto pubblico, in grado di dialogare con il Comune di Milano.

Amref ricorda il suo impegno in progetti di contrasto alla violenza di genere rappresentata dalle Mutilazioni Genitali Femminili (MGF) in Africa e in Italia. Le Mutilazioni Genitali Femminili rappresentano infatti un problema globale, che colpisce 200 milioni di bambine, ragazze e donne al mondo. In Africa Amref lavora da decenni sul tema e ha

Paladini con Amref

sviluppato strategie ed approcci efficaci, che oggi si rivelano preziosi e utili anche per l’Italia e l’Europa che stanno sviluppando risposte al fenomeno che riguarda oggi più di 500.000 donne e ragazze in Europa e 80.000 in Italia. Attraverso gli sguardi e le parole di due attivisti, che da sempre si contraddistinguono per il loro impegno sui diritti umani, Amref racconta il problema in Africa, le sue cause e le risposte che un’organizzazione pienamente africana ha sviluppato affinché le soluzioni siano sostenibili, di lungo termine e soprattutto garantiscano l’ownership comunitaria. Il progetto in cui è inserito questo viaggio è sostenuto dall’Otto per Mille della Chiesa Valdese.