Meeting Rimini: la voce della cooperazione nel nuovo spazio dell’Arena Internazionale

1241

RIMINI, 19 AGOSTO – Quest’anno al Meeting di Rimini il nuovo spazio dell’ Arena Internazionale darà  voce a testimoni e progetti per la lotta alle disuguaglianze e per lo sviluppo sostenibile nel quadro dell’ Agenda 2030 con i suoi 17 obiettivi di sviluppo sostenibile. All’interno dell’Arena internazionale (la vera novità di questa quarantesima edizione del Meeting) si incontreranno i più importanti attori della cooperazione internazionale: l’Unione Europea (DEVCO) e la Cooperazione Italiana con l’Agenzia italiana per la cooperazione allo sviluppo (AICS) e la Direzione Generale per la cooperazione allo sviluppo (DGCS) del MAECI. E inoltre:  AVSI, Concord Italia, ASviS e l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Per il Governo italiano interverranno, fra gli altri,  la vice ministra degli Esteri con delega alla cooperazione internazionale Emanuela Claudia Del Re, il direttore dell’AICS, Luca Maestripieri e il direttore della DGCS, Giorgio Marrapodi. La fascia del dopocena sarà dedicata alla proposta di docu-film e reportage dal mondo. Giovedì 22 agosto alle 21.30  la VM Del Re, Maestripieri e Marrapodi presenteranno insieme ( nella sezione “Reportage”)  sei brevi video da Somalia, Sudan, Bolivia, ecc. Fra il 22 e il 24 parleranno, fra l’altro, di buone pratiche e “successi” della Cooperazione italiana – dallo sviluppo rurale e costiero alla formazione, dal patrimonio culturale all’educazione alla cittadinanza globale – ma saranno disponibili anche per dialogare sui temi trasversali della Cooperazione internazionale che vedono l’Italia in prima linea. Gli incontri saranno anche l’occasione per dare voce ai beneficiari dei progetti di cooperazione allo sviluppo finanziati dall’Italia.

A conclusione, il 23 agosto, Del Re con Stefano Manservisi, Direttore generale, Commissione Europea DG DEVCO, affronteranno il tema della cooperazione per i giovani. Nel corso dell’incontro sara’ proiettato un videomessaggio di Jayathma Wickramanayake, inviata speciale ONU
per i Giovani. (@OnuItalia)