Ai genieri militari libici gli italiani della missione MIASIT donano metal detector

596

TRIPOLI, 22 LUGLIO – I militari italiani della Missione bilaterale di Assistenza e Supporto in Libia (MIASIT) a Tripoli hanno consegnato ai rappresentanti del Genio militare dell’Esercito libico un lotto di metal detectors di produzione italiana, nell’ambito del più ampio progetto di sostegno e assistenza alle autorità libiche per la bonifica da ordigni esplosivi nei quartieri della capitale interessati dallo sminamento.

La donazione si colloca nei compiti assegnato alla Missione di Assistenza e Supporto alle Autorità libiche per la stabilizzazione del Paese e che, in questo particolare momento storico, garantisce un supporto tecnico per coadiuvare le operazioni libiche di bonifica e rimozione degli ordigni esplosivi mediante accertamento della presenza di mine, trappole esplosive e residui bellici unitamente a sessioni di addestramento specifico a favore degli artificieri addetti alla ricerca e ad attività di monitoraggio e affiancamento.

Alla cerimonia di donazione erano presenti il Comandante della Missione, il Team di Genieri militari italiani e rappresentanti del Genio militare libico.
Con la firma dell’atto di donazione è stato evidenziato quanto l’evento abbia rappresentato un esempio tangibile della cooperazione tra i due dicasteri al fine di fornire un contributo concreto alla risoluzione di particolari criticità nel comparto Difesa libica.

A conclusione della cerimonia, i libici hanno ringraziato i militari italiani per il prezioso materiale offerto riconoscendo l’eccellenza italiana nel campo dello sminamento e ribadendo la necessità della collaborazione in termini di formazione/aggiornamento e fornitura di materiali e equipaggiamenti utili allo scopo.