Migranti schiavi in Libia: su input Italia Consiglio Sicurezza approva Dichiarazione Presidenziale

574

NEW YORK, 7 DICEMBRE – Il Consiglio di Sicurezza ha approvato oggi una dichiarazione presidenziale sui migranti venduti come schiavi in Libia di cui l’Italia è stata uno dei principali artefici e redattori fin dall’inizio dei negoziati. La dichiarazione esprime apprezzamento per la denuncia di tali episodi da parte del Consiglio Presidenziale e per il lancio di un’inchiesta da parte del GNA per accertare le responsabilità. Il documento riafferma, a più riprese, l’importanza dell’azione delle agenzie ONU sul terreno, in particolare UNHCR e OIM, valorizzando il loro ruolo e l’importanza di collaborare con loro.

La dichiarazione esprime anche apprezzamento per le iniziative in corso da parte di Stati membri e organizzazioni regionali per assistere la Libia a rafforzare le sue capacità in materia di controllo dei confini e prevenzione/repressione del traffico di esseri umani e  fa appello agli Stati membri e alle organizzazioni regionali a continuare a farlo, in partenariato con il Consiglio Presidenziale libico e a sostegno di OIM e UNHCR. (@OnuItalia)