Moda e sostenibilità: con UNIDO ITPO Italy a confronto aziende italiane e sudafricane

979

MILANO, 10 LUGLIO – Moda e sostenibilità: sono i temi al centro di un incontro tra UNIDO ITPO Italy e le aziende africane ed italiane nell’ambito della conferenza ”South Africa and Italy: emerging designers and affirmed fashion brands promoting the principles of Ethical Fashion”.
L’obiettivo della conferenza è stato quello di introdurre i partecipanti ad un cambiamento nel mondo della moda, riducendone il relativo impatto socio-ambientale e favorendo lo sviluppo di una coscienza comune tra le imprese rispetto al sistema più ampio degli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Il forum si è aperto con i saluti di TSD Nxumalo, del South African Consul-General in Milan, ed è proseguito poi con interventi di designer africani e italiani, emergenti e non, tra cui Francesca Liberatore, che ha spiegato il suo impegno a perseguire una moda etica e sostenibile.
Nel corso della conferenza, si è discusso anche di sviluppo sostenibile in ambito finanziario, con un panel composto da grandi personalità del settore, tra cui Carlo Segni (Cassa Depositi e Prestiti) e Mauro Bombacigno, (BNP Paribas Italia).

In questo quadro, l’UNIDO ITPO Italy è intervenuto alla conferenza presentando i progetti in corso e il proprio contributo a promuovere e supportare un sistema di moda etico che sia anche compatibile con i target degli SGDs.