Nasce a Roma il Green Garden G20 per difesa biodiversita’ e Sdg

117

ROMA, 23 APRILE – Fra giugno e ottobre all’interno del Parco della Caffarella prenderà forma il progetto del Green Garden G20. Grazie alla collaborazione tra FAO, Comune di Roma, Regione Lazio e Parco dell’Appia Antica, nascerà un originale percorso educativo e informativo di forte impatto in una delle aree verdi più importanti della città.

Il progetto e’ incentrato sulla difesa della biodiversità e sul raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 promossa dalle Nazioni Unite, che solo l’impegno dei governi e la partecipazione attiva dei cittadini possono rendere possibile.

La Valle della Caffarella, nel Parco Regionale dell’Appia Antica, è un ampio spazio naturale di grande importanza ambientale, storica e culturale. SEcondo la tradizione in questo luogo sorgeva anticamente un bosco sacro collegato al vicino tempio di Cerere e Faustina e al Ninfeo di Egeria, all’interno del più ampio Pago Triopio, il fondo di Erode Attico, il maestro di Marco Aurelio, da lui battezzato in omaggio al santuario di Demetra, la della delle messi, a Cnido.

Una stele in pietra di peperino recherá il testo della Lex spoletina, un documento epigrafico in latino arcaico risalente agli ultimi decenni del III secolo a.C. che rappresenta una delle più antiche e importanti testimonianze di norme per l’utilizzo dei boschi sacri: di fatto, la prima legge esistente per la protezione e la tutela delle foreste.

Il Green Garden G20 sarà aperto da giugno, in concomitanza con l’incontro di U20 (Urban20), l’engagement group che impegna importanti città di tutto il mondo a partire proprio da Roma e Milano. Nel corso dei mesi si animeranno nel parco diverse iniziative nel quadro della presidenza italiana del G20, fino a giungere al momento della messa a dimora dei nuovi alberi, in ottobre, quando sarà avviato anche il percorso didattico dedicato alle scuole sull’Agenda 2030 e i suoi 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.

In questo museo a cielo aperto, il bosco, o lucus, permetterà ai visitatori, alle famiglie e in particolare agli studenti di tutte le scuole interessate, di comprendere sempre di più l’importanza di costruire insieme un futuro sostenibile, mostrando concretamente come ciascuno di  può agire.

Nelle parole del Direttore Generale della FAO Qu Dongyu, “Il G20 Green Garden sarà un’eredità tangibile e un contributo al benessere educativo e ambientale dei giovani, delle famiglie e dei cittadini di Roma”.

All’ingresso del Parco della Caffarella la Chiesa di Sant’Urbano nasce su un tempio presumibilmente eretto in onore di Cerere, dea dell’agricoltura, e Faustina, moglie dell’Imperatore Antonino Pio. La struttura fu modificata e consacrata come chiesa nel X secolo. Nello spazio antistante la chiesa sara’ ospitato un albero iconico, simbolo dei valori e degli obiettivi che devono unire la comunità internazionale e i paesi a partire dalla tutela della biodiversitá. (@OnuItalia)