Oceani: Prada e Unesco tirano somme progetto didattico Sea Beyond

230
Oceani

ROMA, 15 FEBBRAIO – Il marchio italiano  Prada contrassegna ormai da anni non solo il settore della moda, ma conferisce una particolare attenzione a tutto quello che riguarda l’ambiente marino. La sua futuristica Luna Rossa si sta in questi giorni battendo come un leone nella Prada Cup, letteralmente volando sulle acque dell’emisfero australe per giungere alla sfida con la Nuova Zelanda per la Coppa America.

Ma al contempo il brand partecipa a progetti di sensibilizzazione nel campo dell’ambiente: Prada e la Commissione Oceanografica Intergovernativa (COI) dell’UNESCO hanno infatti presentato la fase conclusiva del programma didattico Sea Beyond, un progetto educativo pilota concepito su misura per scuole secondarie in tutto il mondo, allo scopo di sensibilizzare le giovani generazioni in materia di sostenibilità e salvaguardia dell’oceano.
Si apre infatti con il 2021 la decade dedicata agli oceani e alla loro salvaguardia per il raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 dello Sviluppo Sostenibile promossa dalle Nazioni Unite. L’obiettivo 14 dell’Agenda, in particolare, è dedicato proprio alla salvaguardia degli oceani.
La prima fase del progetto, conclusa nel gennaio 2021, ha visto i professori di scuole superiori in dieci città nel mondo – da Berlino a Venezia, passando per Città del Capo, Città del Messico, Lisbona, Londra, Milano, New York, Parigi, Shanghai – che hanno  partecipato a webinar condotti da esperti della Commissione Oceanografica UNESCO per imparare come sviluppare un modulo didattico di 4 lezioni dedicate al tema della sostenibilità. Ogni scuola ha ricevuto, poi, un toolkit ‘Sea Beyond’ realizzato in cartone riciclato, contenente informazioni e materiali utili per coinvolgere gli studenti e a farli sentire parte attiva di un movimento globale in difesa dell’oceano. Nella seconda fase del programma, gli studenti hanno lavorato all’elaborazione di una campagna di sensibilizzazione sociale in favore della salvaguardia dell’oceano, partecipando a una competizione internazionale.

Luna Rossa in gara

Il prossimo 26 marzo, nel corso di un evento virtuale, la campagna vincitrice verrà premiata da una giuria internazionale nella quale, insieme con Lorenzo Bertelli, Prada Group Head of Corporate Social Responsibility e Vladimir Ryabinin, Segretario Esecutivo della Commissione Oceanografica Intergovernativa dell’UNESCO e Vice Direttore Generale dell’UNESCO, siederanno personalità legate agli oceani come lo scrittore italiano Alessandro Baricco, l’esploratore oceanografico e ambientalista Fabien Cousteau, lenvironmental artist Anne de Carbuccia, la scienziata marina e imprenditrice sociale Kerstin Forsberg e l’apneista italiana medaglia d’oro Alessia Zecchini. Tutti aiuteranno Prada e UNESCO a scegliere il progetto più creativo. Modererà l’evento l’attivista marina e artista brasiliana Patricia Furtado de Mendonça.

La campagna firmata dagli studenti vincitori verrà diffusa sui canali social e sui siti di Prada e UNESCO e allo stesso tempo, la scuola del progetto selezionato dalla giuria riceverà un premio di cinquemila euro da investire in materiali didattici. (@OnuItalia)