Pasolini e Ristori candidati da Italia per anniversari UNESCO

283
Pasolini e Ristori candidati per anniversari UNESCO

ROMA, 1 GENNAIO – Pier Paolo Pasolini (1922-1975) e Adelaide Ristori (1822-1906) sono le due candidature italiane proposte dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO d’intesa con il Ministero degli Esteri nell’ambito del programma “Anniversari UNESCO 2022-2023”.

Il 100° anniversario della nascita di Pasolini cadrà nel 2022 e la Direzione Generale Sistema Paese del MAECI e la CNIU, in collaborazione con il Centro Studi Pasolini della Cineteca di Bologna, hanno elaborato una prima proposta progettuale per le celebrazioni della ricorrenza.

Pasolini punto fermo cultura italiana

Il progetto affronta l’eclettica produzione dell’intellettuale e artista Pasolini (1922-1975) tra cinema, letteratura, dibattito pubblico e impegno politico. Figura tra le più dibattute ed emblematiche del suo tempo, Pasolini rappresenta ancora oggi un punto fermo della cultura italiana e internazionale, grazie alla sua capacità di leggere e anticipare le trasformazioni della società contemporanea che ne fanno un autore tuttora originale e di grande attualità. La candidatura di Pasolini ha gia’ ottenuto il sostegno di Francia, Germania e Regno del Marocco.

Ristori candidata anniversari UNESCOIl 200° anniversario della nascita dell’attrice Adelaide Ristori sarà celebrato ugualmente nel 2022. La proposta, elaborata dal Civico Museo Biblioteca dell’Attore di Genova, ha ottenuto il supporto di Francia, Brasile e Ucraina.

Ristori porto’ teatro italiano all’estero

Artista tra le più importanti dell’Ottocento, in trent’anni di tournée internazionali Adelaide Ristori (1822-1906) si esibì in 334 città, 33 Paesi e 5 continenti. La grande attrice fu un emblema del Risorgimento, che incarnò la forza universale del teatro di comunicare e commuovere platee distanti per lingua e cultura, e contribuì a dare un riconoscimento sociale a una professione fino ad allora trascurata, rappresentando un grande esempio per le donne del suo tempo e delle età successive.

Entrambi i progetti prevedono un’articolata serie di iniziative in Italia all’estero, da svilupparsi in collaborazione con i Paesi partner e attraverso il coinvolgimento degli Istituti Italiani di Cultura.

Per quanto riguarda le candidature straniere, la CNIU, su indicazione del MAECI, ha inoltre espresso il proprio sostegno alle proposte presentate da Estonia (100° della nascita del semiologo Juri Lotman), Polonia (550° della nascita di Copernico), Federazione Russa (150° della nascita del basso Feodor Chaliapin), Armenia (850° della morte di Narsete Armeno), Ucraina (150° della nascita del soprano Solomiya Krushelnytska), Francia (150° della nascita di Santa Teresa di Lisieux) e Grecia (100° della nascita di Maria Callas). (@OnuItalia)