OMS: Covid-19 rallenta ovunque. Africa ”libera” dalla poliomielite

287
OMS

GINEVRA, 25 AGOSTO – Sembrano confortanti le notizie provenienti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità i cui ultimi dati mostrano che la pandemia da coronavirus sta rallentando nel mondo e che il continente africano può considerarsi definitivamente ”libero” dalla poliomielite.

Secondo gli ultimi dati settimanali dell’Oms, in particolare nel continente americano, la diffusione del virus appare indebolirsi. Più di 1,7 milioni di nuovi casi e 39 mila nuovi decessi sono stati segnalati nella settimana dal 17 al 23 agosto, pari a una diminuzione del 5% dei casi e del 12% dei decessi rispetto alla settimana precedente. Il rallentamento è stato registrato ovunque nel mondo tranne che nel Sudest asiatico e nel Mediterraneo orientale.

Intanto la Commissione regionale dell’Africa per la certificazione dell’eradicazione della poliomielite (Arcc) ha dichiarato il continente ”libero” dalla malattia. La decisione era attesa dopo che non erano stati segnalati casi nel continente da più di quattro anni. Restano così Pakistan e Afghanistan gli unici Paesi in cui la polio non è stata ancora eradicata. Secondo l’Oms, è solo la seconda volta che un virus viene eradicato in Africa dopo il vaiolo negli anni ‘80. Il poliovirus selvaggio (Wpv), che causa la polio, colpisce normalmente i bambini di età inferiore ai cinque anni e può portare a una paralisi irreversibile. Se i muscoli respiratori sono influenzati dalla paralisi, la malattia può portare alla morte. Attualmente non esiste una cura per la poliomielite, ma un vaccino può proteggere i bambini per tutta la vita.