Zappia: presidenza G20 in linea con priorita’ Assemblea Generale

211
Zappia: UNGA75 priorities

NEW YORK, 25 GENNAIO – L’Italia accoglie e sostiene fermamente le priorità del Presidente della 75esima Assemblea Generale Volkan Bozkir che sono in linea con quelle della presidenza italiana del G20. “I mesi che ci attendono – ha detto la Rappresentante Permanente italiana Mariangela Zappia – saranno di cruciale importanza per superare la pandemia, riprendersi meglio e riportare l’Agenda 2030 sui suoi binari. Per raggiungere questi obiettivi, siamo chiamati a impegnarci collettivamente verso un multilateralismo rafforzato ed efficace, con l’ONU al centro”, ha affermato l’Ambasciatrice italiana durante una riunione informale dell’Assemblea convocata dal suo presidente.

L’Ambasciatrice ha affermato che le priorità di Bozkir “sono pienamente in linea” con quelle della Presidenza italiana del  G20 imperniate sulle tre “P” di Persone, Pianeta e Prosperità. La prossima settimana gli sherpa italiani del G20 informeranno l’Assemblea Generale sulle principali priorità della Presidenza che includono: garantire accesso universale ed equo ai vaccini e ai trattamenti COVID-19; rafforzare la sicurezza e la cooperazione sanitaria globale; accelerare con determinazione l’azione per la difesa del clima e intensificare la protezione della biodiversità e dell’ambiente; stimolare la ripresa socioeconomica e il finanziamento per lo sviluppo sostenibile; realizzare trasformazioni sistemiche chiave per l’implementazione degli SDG. “L’emancipazione delle donne sarà un elemento importante nella nostra agenda del G20. A questo proposito, apprezziamo l’impegno del presidete dell’Assemblea generale nel promuoverne i diritti”.

Zappia ha osservato che un multilateralismo efficace dipende da istituzioni efficaci. A questo proposito, ha sottolineato l’importanza di riformare l’ONU, con un’attenzione particolare al Consiglio di Sicurezza. “L’Italia è fortemente impegnata a contribuire con atteggiamento positivo e in buona fede ai negoziati intergovernativi che riprenderanno la prossima settimana”, ha affermato: “Si tratta di una discussione estremamente importante che dovrebbe condurci verso una riforma consensuale di un Consiglio di sicurezza allargato che serva gli interessi di tutti gli stati membri ”. (@OnuItalia).