Giovani Delegati Italiani invitati a Bruxelles da Unione Europea

584

BRUXELLES, 31 GENNAIO – Il 21 Gennaio, i due Youth Delegates Italiani -assieme ai colleghi europei- sono stati invitati a Bruxelles dall’Unione Europea a partecipare al CONUN (United Nations Working Party del Consiglio d’Europa). L’EEAS (European External Action Service della Commissione Europea) ha inoltre organizzato un pomeriggio di incontri con i rappresentanti di varie istituzioni europee. Simone Mostratisi, Youth Delegate Italiano, ha fatto il punto con OnuItalia sullo svolgimento della giornata.

Nel mattino i giovani delegati hanno partecipato al forum CONUN assieme alle varie delegazioni degli stati europei. Il dibattito si è svolto attorno alle tematiche di ‘Youth Peace and Security’ e ‘Climate Action’. “E’ stato un momento di confronto con i colleghi europei ma soprattutto con la delegazione Italiana presso l’Unione Europea. Siamo stati molto contenti di poter conoscere questa parte della rappresentanza del nostro paese, avendo sin ora avuto modo di conoscere solo la delegazione a New York,” spiega Simone.

A seguire è stata la sessione dell’EEAS moderata da Mathews Ellis, capo della Divisione Relazioni Multilaterali, con cui i giovani delegati hanno condiviso il funzionamento del programma Youth Delegates nei vari paesi. “E’ stato un momento importante per far conoscere il programma, a cui teniamo molto. Siamo felici quando le istituzioni si interessano al nostro lavoro e ci aiutano ad essere più visti, perché purtroppo la partecipazione rimane bassa”.

L’EEAS ha successivamente tenuto una sessione di interviste con i vari delegati: “Ci hanno fatto varie domande, per esempio: cosa vi ha motivati a fare domanda al programma? Qual’è la parte migliore di essere un giovane delegato? Ci hanno poi chiesto di descrivere in una parola come vediamo il nostro lavoro come giovani delegati per l’anno 2020. Io ho scelto ‘ottimismo’, perché credo sia importante -nell’ambito della crisi climatica- vivere questo momento come un’opportunità di cambiamento e non una condanna. Il mio compagno bulgaro ha scelto ‘endurance’, resistenza,” racconta Simone.

“In seguito siamo andati ad incontrare Christian Mangold, Direttore per le Campagne presso il Segretariato del Parlamento Europeo, con il quale abbiamo avuto una sessione di confronto su come aumentare la partecipazione dei giovani alle elezioni europee e nella politica europea in generale,” continua Simone. L’ultimo incontro organizzato dall’EEAS è stato quello con Pietro Ducci, Direttore Generale per le Politiche Estere presso il Segretariato del Parlamento Europeo. “Ci ha chiesto, a livello nazionale, che tipo di rapporto abbiamo con i nostri parlamentari. Abbiamo poi parlato di quali possono essere delle possibilità per il Parlamento Europeo di avere uno scambio più diretto e continuo con i giovani delegati”.

Il mandato di Simone Mostratisi e Giulia Parenti termina a settembre, “adesso stiamo riflettendo per vedere cosa fare prossimamente”, ha detto Simone. (@OnuItalia)