Stefanile: cultura e’ motore sviluppo, Italia in prima linea appoggio a UNESCO

615

NEW YORK, 21 MAGGIO – “L’Italia si è sempre contraddistinta per l’attenzione rivolta alla promozione e alla tutela della cultura e del patrimonio, riconoscendone il ruolo essenziale per il conseguimento degli obiettivi dell’Agenda 2030,” ha detto l’Ambasciatore Stefano Stefanile, Vice Rappresentante Permanente italiana alle Nazioni Unite, intervenendo oggi al dibattito di alto livello dell’Assemblea Generale sul rapporto tra cultura e sviluppo sostenibile.

“Cinquant’anni fa l’Italia è stata il primo paese al mondo a dotarsi di un corpo specializzato di polizia: il Comando dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale. Grazie al loro operato e alla loro esperienza e con il lancio della Task Force ‘Unite4Heritage’ – i “caschi blu” della cultura – abbiamo contribuito, in stretta collaborazione con le Agenzie ONU, a gettare le fondamenta della cooperazione internazionale di settore,” ha detto Stefanile richiamando anche la Risoluzione 2347 adottata dal Consiglio di Sicurezza su iniziativa di Italia e Francia, la prima in materia di protezione dei beni culturali da traffico illecito, saccheggio e distruzione in situazioni di conflitto, e il Gruppo di Amici per la Protezione del Patrimonio Culturale lanciato da Italia e Cipro all’ONU.

“Crediamo che la cultura sia un motore di sviluppo e sosteniamo il lavoro condotto dall’UNESCO in questo senso. Per l’Italia le industrie culturali sono una risorsa preziosa. In particolare, le produzioni alimentari tradizionali che caratterizzano il territorio e la cultura italiana trovano espressione in un tessuto di piccole e medie imprese interpreti di uno stile di vita sano e rispettoso dell’ambiente. Il nesso tra cibo e cultura sarà anche al centro del IV Global Forum UNESCO sulle industrie culturali che l’Italia ospiterà a Parma a settembre,” ha detto l’ambasciatore italiano.

Stefanile ha infine evidenziato il contributo delle istituzioni e delle comunità locali, ricordando il ruolo di Matera, capitale europea della cultura 2019, e l’appuntamento con la XIII edizione dell’UNESCO Creative Cities Network che si terrà Fabriano dal 10 al 15 giugno. (@OnuItalia)