Economia circolare e città verdi, primo dialogo organizzato da Iila e Fondazione Symbola

46

ROMA, 23 FEBBRAIO – Il primo incontro del Foro permanente ‘Economia circolare e città verdi” organizzato da IILa (l’Istituto italo latino americano) e Fondazione Symbola, si terrà giovedi’ in streaming per parlare di sviluppo sostenibile, Agenda 2030, attività economiche alternative, nell’anno in cui l’Italia detiene la presidenza del G20 e in pratica partecipa alla Cop26 (Conferenza delle Parti sulla Convenzione ONU sul cambiamento climatico a Glasgow), ospitando gli eventi preparatori, tra cui uno per i giovani e il vertice Pre-COP, che si terranno a Milano dal 28 settembre al 2 ottobre.

Bosco Verticale a Milano

La concentrazione di attività e persone nelle città rappresenta una sfida globale senza precedenti. Nonostante i centri urbani occupino una porzione minuscola del territorio mondiale, l’impronta ecologica e l’impatto socioeconomico delle città sono sproporzionatamente significativi. Le città sono attori chiave nel processo di sviluppo sostenibile: se è vero che gran parte dei fattori di inquinamento ambientale albergano nelle città è anche vero, e indispensabile, considerare i centri urbani come laboratori di soluzioni, promotori di quelle risposte e trasformazioni necessarie allo sviluppo sostenibile. IILA, in collaborazione con la Fondazione Symbola, sta contribuendo a mettere in campo queste risposte sostenendo e incentivando la transizione delle città latino americane verso modelli più verdi, circolari, inclusivi e a misura d’uomo.

Partendo da una riflessione sulla governance ed il modello latino di smart city, il Rapporto ”Dalla Smart City alla Green City: appunti per un modello italiano”, redatto da un’equipe di esperti della Fondazione Symbola, propone uno studio approfondito di buone pratiche sviluppate in Italia su alcuni pilastri/ambiti della Green City: mobilità, energia, acqua, verde e agricoltura urbana, gestione dei rifiuti. Una preziosa e inedita raccolta di best practices italiane e latino americane in tema di sostenibilità ed economia circolare come base necessaria per sviluppare cooperazione e dialogo tra Italia e America Latina su questi temi vitali dell’Agenda 2030.

Dopo i saluti istituzionali di Antonella Cavallari, segretario generale di IILA, ed Ermete Realacci, presidente di Symbola, i lavori entreranno nel vivo con la relazione di Ricardo Lozano, console generale di Colombia nel Regno Unito, Ministro dell’Ambiente e dello sviluppo sostenibile dal 2018 al 2020.
Quindi, moderati da Sara Gandolfi, giornalista del Corriere della sera, interverranno Carolina Schmidt Zaldìvar, Ministra per l’ambiente del Cile, Presidente Cop25, Filomena Maggino, presidente della Cabina di regia ‘Benessere Italia’ a Palazzo Chigi, Andrea Meza, Ministro dell’Ambiente e dell’energia del Costa Rica, Tosca Barucco, rappresentante della co-presidenza italiana Cop 26, Carolina Mejia De Garrocò, sindaco di Santo Domingo, Paolo Pelizzaro, direttore delle Città Resilienti al Comune di Milano e Pierfrancesco Maran, assessore all’urbanistica, verde e agricoltura del Comune di Milano.