Giornata mondiale del Tè celebra ruolo per sviluppo sostenibile e biodiversità

580

ROMA, 21 MAGGIO – Una cerimonia virtuale celebra oggi la Giornata Internazionale del Tè: un modo per sottolineare il ruolo del tè nello sviluppo sostenibile e nella conservazione della biodiversità, con particolare attenzione al sostegno dei piccoli produttori di tè e vantaggi per tutti, dai campi alla tazza.

Dopo l’acqua, il tè è la bevanda più consumata del mondo. La sua produzione e lavorazione costituiscono i principali mezzi di sussistenza e reddito per milioni di famiglie nei paesi in via di sviluppo. Nonostante il suo contributo fondamentale allo sviluppo rurale, alla lotta alla povertà, alla conservazione della biodiversità e alla nutrizione, il settore è ancora esposto a una serie di sfide, tra cui l’impatto di condizioni climatiche avverse, l’accesso ai mercati per i piccoli produttori, la mancanza di trasparenza e la sostenibilità della catena del valore del tè.

La Giornata Internazionale stabilita dall’Onu mira a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del tè non solo come materia prima, ma anche come patrimonio e principale mezzo di sussistenza dei piccoli produttori. La cerimonia prevede inoltre una panoramica sul programma della FAO Sistemi del Patrimonio Agricolo di rilevanza mondiale (GIAHS), in quanto quattro dei siti riconosciuti nell’ambito del patrimonio agricolo mondiale sono luoghi di produzione di tè.

L’evento che il Covid 19 ha costretto alla virtualizzazione, prevede la partecipazione dei principali paesi esportatori e importatori di tè del mondo, nonché dei principali paesi produttori, dove la coltivazione del tè è un’importante attività per posti di lavoro e reddito. Nel corso della cerimonia i relatori selezioneranno diverse varietà di tè e parleranno delle loro proprietà, collegandole a tipiche esperienze culturali delle rispettive regioni.