UN Day: Onu celebra con Roberto Bolle e l’Orchestra della Scala

493

NEW YORK / MILANO, 12 OTTOBRE – L’Onu festeggia il suo 75esimo UN Day con l’aiuto dell’Italia. La Giornata delle Nazioni Unite, il 24 ottobre, segna l’anniversario del giorno del 1945 in cui la Carta dell’ONU è entrata in vigore. Dal 1954, con il completamento della Sala dell’Assemblea Generale presso il quartier generale dell’organizzazione a New York, la Giornata delle Nazioni Unite è stata celebrata con un concerto. Quest’anno questo evento speciale sarà una straordinaria performance virtuale di Roberto Bolle, accompagnato da altri artisti di fama mondiale e dall’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, organizzata dalla Rappresentanza Permanente italiana all’Onu.

Realizzato grazie alla collaborazione di Intesa Sanpaolo, il concerto – registrato alla Scala – sarà proiettato giovedì 22 ottobre 2020 alle 12.00 nella Sala dell’Assemblea Generale.

Lo spettacolo sara’ un’occasione per evidenziare, celebrare e riflettere sul lavoro e sull’agenda delle Nazioni Unite attraverso il linguaggio universale della musica. La Giornata delle Nazioni Unite di quest’anno segna il 75esimo anniversario dell’organizzazione. Sara’ dunque un’opportunità per invitare al rafforzamento della cooperazione internazionale nell’interesse sia delle nazioni che dei popoli. Il docufilm è un omaggio alla danza, alla sua storia, ai titoli più amati, fino alla nuova linfa della coreografia del nostro tempo, in un’alternanza di soli, duetti e passi a due che vedono protagonisti Bolle e i nomi di punta del balletto scaligero. Da Petipa a Nureyev, da Holmes a Bigonzetti fino a Schiavoni e Volpini, da Čajkovskij a Mozart, da Vivaldi a Satie e Dileo:  tradizione e modernità,  nomi importanti per la coreografia e per la musica in questo excursus che spazia dal duetto de Il Lago dei Cigni, interpretato da Bolle e Nicoletta Manni, a una struggente variazione della Bella Addormentata di Rudolf Nureyev, interpretata da Claudio Coviello, fino a un brano che unisce poesia e tecnologia, come Waves, creato da Massimiliano Volpini per Roberto Bolle, in una interazione tra l’étoile e un gioco di luci laser su musiche di Davide “Boosta” Dileo, fondatore dei Subsonica, ed Erik Satie.

 

Il concerto rappresenterà un momento significativo per affermare le aspirazioni al centro della Carta.

“In quanto paese con una ricca tradizione artistica e una lunga storia come polo culturale globale, l’Italia è felice di offrire il suo contributo a questa iniziativa basata sulle arti e la cultura”, si legge nella nota di presentazione del concerto.

Il tema dell’evento, “Reimagine, rebalance, restart: recovering together for a shared humanity”, vuole evidenziare il valore simbolico del 75esimo anniversario delle Nazioni Unite invitando a riflettere sull’esperienza condivisa della pandemia e sul suo impatto in ogni sfera della vita individuale e collettiva. La Sottosegretario Generale per l’informazione Melissa Fleming moderera’ di persona il programma che prevede interventi del Segretario Generale, Antonio Guterres, del Presidente dell’Assemblea Generale, Volkan Bozkir, e della Rappresentante Permanente d’Italia alle Nazioni Unite, Mariangela Zappia. Messaggi registrati saranno inviati dal Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, dallo stesso Bolle e dal Direttore Artistico della Scala, Dominque Meyer. Un live streaming della performance di un’ora sarà disponibile per gli spettatori di tutto il mondo attraverso le piattaforme online e digitali delle Nazioni Unite. Il concerto sarà anche trasmessa in diretta su: UN Web TV (webtv.un.org), UN Channel su YouTube, Facebook e Twitter. (@OnuItalia)