UNESCO: Commissioni Nazionali riunite per fare punto su COVID-19

382

ROMA, 5 MAGGIO – Oltre cento Commissioni Nazionali si sono riunite ieri in un incontro virtuale organizzato dall’Unesco. Molti i temi trattati, tante le emergenze emerse in seguito all’emergenza Coronavirus, ha riportato la Commissione Italiana che ha partecipato in videoconferenza.

Il Covid-19 sta accentuando le diseguaglianze di genere facendo registrare un aumento della violenza contro le donne, discriminazioni sul lavoro (sono le prime a essere licenziate), interruzione dei servizi di salute riproduttiva, abbandono scolastico (più accentuate tra le ragazze). In crescita e’ anche la diseguaglianza digitale che impedisce l’accesso all’istruzione online, unico strumento operativo con il 90% dei paesi che hanno chiuso le scuole.

L’Unesco sta fornendo assistenza per l’organizzazione dell’insegnamento online, per contrastare il gender gap e per favorire le connessioni internet nelle aree meno servite. E’ in crisi anche il settore culturale: il 90% dei siti del Patrimonio Mondiale sono chiusi mentre 75 milioni di posti lavoro legati al turismo sono a rischio. Qui le iniziative dell’Unesco sono legate essenzialmente alla sensibilizzazione sulla necessità di sostenere le professionalità del settore e alla valutazione dell’impatto della crisi.

Il Covid-19 rende ovviamente centrale la ricerca scientifica per l’ottenimento del vaccino e l’Unesco è impegnata con determinazione a favore del suo potenziamento tramite la più ampia cooperazione internazionale e il reperimento dei necessari finanziamenti nel rispetto della dimensione etica e dei valori universali. Sullo sfondo resta fondamentale un impegno globale a favore della libertà d’espressione e dell’accesso all’informazione rafforzando il ruolo dei giornalisti e la lotta alla disinformazione.

Di tutto questo hanno parlato i Ministri dell’Istruzione, della Cultura e della Ricerca, riuniti in più riunioni virtuali dalla Direttrice Generale Azoulay. In tutte queste attività le Commissioni Nazionali sono a fianco dell’Unesco e dei suoi uffici regionali per diffondre nei loro paesi le iniziative a sostegno di educazione, cultura e scienza. (@OnuItalia)