UNESCO: Perdonanza Celestiniana entra in liste patrimonio immateriale umanità

777

BOGOTA’, 12 DICEMBRE – L’italia fa tris all’UNESCO: dopo la transumanza e l’alpinismo, anche la Perdonanza Celestiniana e’ stata iscritta nella lista dei patrimoni immateriali dell’umanità’ A dare l’imprimatur alla candidatura della “Celestinian Forgiveness” è stato il Comitato intergovernativo dell’agenzia dell’Onu per la cultura riunito a Bogotà (Colombia). La candidatura, sostenuta
dal Comune dell’Aquila, dal Comitato Perdonanza Celestiniana, in collaborazione con i gruppi e le associazioni di praticanti locali, era stata presentata dall’Italia con il coordinamento tecnico-scientifico dell’Ufficio Unesco del Mibact.

La Perdonanza Celestiniana è un evento storico-religioso che si tiene annualmente all’Aquila, in Abruzzo, il 28 e 29 agosto. Il nome deriva dalla Bolla pontificia che papa Celestino V emanò nel 1294 e con cui concesse l’indulgenza plenaria a chiunque, confessato e comunicato, fosse entrato nella basilica di Santa Maria di Collemaggio dai vespri del 28 agosto a quelli del 29. L’evento, che nel 2019 celebra la sua 725ª edizione, è stato dunque precursore del Giubileo istituito da papa Bonifacio VIII nel 1300 ed è stato nel tempo accompagnato da numerose altre manifestazioni, di carattere civico e storico, che si svolgono durante tutta l’ultima settimana di agosto.

Nel 2011 la ricorrenza è stata riconosciuta Patrimonio d’Italia per la tradizione. (@OnuItalia)