UNGA e Clima: fitta agenda della delegazione italiana a New York

316

NEW YORK, 23 SETTEMBRE – E’ a New York per partecipare al segmento di alto livello della 74esima sessione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite (UNGA), ma anche al vertice sul clima, la delegazione italiana guidata dal premier Antonio Conte.
Azione climatica e sviluppo sostenibile saranno i temi al centro del dibattito e il filo conduttore che collegherà i cinque vertici che si svolgono durante la settimana: Climate Action Summit oggi, Sustainable Development Goals Summit il 24-25 settembre, High-level Meeting on Universal Health Coverage il 23 settembre, High-level Dialogue on Financing for Development il 26 settembre, High-level Midterm Review of the Samoa Pathway il 27 settembre.

Antonio Conte

La delegazione italiana è composta anche dal ministro degli Esteri e della Cooperazione Luigi Di Maio, dal Ministro per l’Ambiente e la Tutela del Territorio e del Mare Sergio Costa, dalla Vice Ministra degli Esteri e della Cooperazione Internazionale Emanuela Del Re.
Fitta l’agenda di Conte che dovrebbe vedere direttamente Trump durante una cena offerta dal segretario generale delle Nazioni Unite, Guterres. Un incontro nel quale si parlerà di telecomunicazioni, Venezuela, Libia.  Previsti anche una serie di bilaterali con capi di Stato e di governo, tra cui quelli di India e Turchia.

Emanuela Del Re

A margine del dibattito generale e dei vertici, Di Maio rappresenterà l’Italia nei diversi incontri dedicati alle principali tematiche dell’attualità internazionale. Tra questi – oltre al tradizionale appuntamento con i suoi omologhi dell’Unione Europea – le riunioni ministeriali su Libia e Siria, un evento sulla Somalia co-presieduto dall’Italia, la riunione ministeriale dei Paesi INCE e quella del gruppo ‘Uniting for Consensus’ per la riforma dell’ONU, entrambe sotto la presidenza dello stesso Ministro Di Maio, la cena transatlantica offerta dal Segretario di Stato americano Mike Pompeo e la cena di lavoro dei Ministri G7.

Di Maio avrà inoltre diversi incontri bilaterali con i suoi omologhi di altri Paesi e con alti rappresentanti delle Nazioni Unite, partecipando tra l’altro alla bilaterale del Presidente del Consiglio con il Segretario Generale Guterres.