UNGA75: Centrafrica; Del Re, Italia impegnata per processo di pace

184

ROMA/NEW YORK, 1 OTTOBRE – “L’Italia è impegnata in un contributo multidimensionale a favore del processo di pace nella Repubblica Centrafricana. Il nostro aiuto contro la crisi umanitaria, il nostro pieno supporto alle iniziative di S. Egidio in favore della pace del dialogo, la nostra presenza nella Missione di formazione dell’Unione europea sono chiari segnali della volontà dell’Italia di svolgere pienamente il suo ruolo nell’ambito degli sforzi internazionali congiunti verso la pace e lo sviluppo sostenibile nella Repubblica Centrafricana.” Lo ha detto la Vice Ministra degli Esteri, Emanuela Del Re, nel corso di un evento ministeriale ai margini dell’Assemblea Generale dell’Onu.

La riunione è stata aperta da interventi del Segretario Generale dell’ONU, Guterres, del Presidente della Repubbblica Centrafricana, Touadéra, del Presidente della Commissione dell’Unione Africana, Moussa Faki, del Presidente della Comunità Economica dell’Africa Centrale, Verissimo. L’evento ha rappresentato l’occasione per fare il punto sulle attività preparatorie condotte dal Governo con il sostegno della missione delle Nazioni Unite MINUSCA in vista delle prossime elezioni presidenziali e legislative.

“La Repubblica Centrafricana si trova ora ad affrontare un passaggio storico”, ha detto la Vice Ministra: “Salutiamo gli sforzi compiuti dalle autorità del Paese per ripristinare lo stato di diritto in tutto il paese, nonché la creazione della Commissione per la verità, la giustizia, la riparazione e la riconciliazione.” Del Re non si e’ nascosta che le sfide future sono ancora impegnative, in particolare per quanto riguarda la preoccupante situazione della sicurezza: “Condanniamo i recenti atti di violenza contro i civili e denunciamo con forza  gli attacchi contro il personale internazionale delle Nazioni Unite e quello delle ONG”. (@OnuItalia)