UNIFIL: Terzo Bersaglieri in Libano, continua dispiegamento Brigata Sassari nel Sector West

1255

CAGLIARI, 20 LUGLIO – Con la partenza di circa 250 militari del 3° Reggimento bersaglieri di Teulada continua il dispiegamento della Brigata SASSARI in Libano nell’ambito della missione UNIFIL, la Forza di interposizione delle Nazioni Unite nel Libano meridionale.

I bersaglieri della SASSARI costituiranno la pedina operativa del contingente italiano, denominata Italbatt, e opereranno sotto il comando della Brigata SASSARI, responsabile del Sector West di Unifil, dove saranno attivi sul fronte della sicurezza per garantire il rispetto del cessate il fuoco nell’area mediante posti di controllo e di osservazione, ma anche pattugliamenti congiunti con le forze armate libanesi lungo la “blue line”, la linea di demarcazione che separa il Libano da Israele.

Oltre ai bersaglieri del comando di Reggimento e del XVIII Battaglione “Poggio Scanno”, dell’unità (circa 700 uomini agli ordini del colonnello Carlo Di Pinto) faranno parte il Gruppo Squadroni del Reggimento “Cavalleggeri Guide” (19°) di Salerno, il Battaglione logistico del Reggimento logistico “Garibaldi” e assetti specialistici del 5° Reggimento Genio Guastatori di Macomer.

Il 3° Bersaglieri è partito con la Bandiera di Guerra del Reggimento che, con due Ordini Militari d’Italia, tre Medaglie d’Oro, tre d’Argento e tre di Bronzo al Valor Militare, una Medaglia d’Argento al Valore dell’Esercito e una Medaglia di Bronzo al Valore Civile, è la più decorata dell’Esercito Italiano.

Il dispiegamento della Brigata SASSARI in Libano è iniziato il 30 giugno scorso con partenze scaglionate dall’aeroporto di Cagliari-Elmas a bordo di velivoli dell’Aeronautica Militare e si completerà entro la prima decade di agosto. (@OnuItalia)