Venezia Cinema: Di Stefano al Festival per sostegno a industria cultura

390

VENEZIA, 7 SET – L‘industria della cultura ha bisogno di sostegno e di attenzione, soprattutto in un paese come l’Italia dove si coniuga sempre con territorio e turismo. E’ questo uno dei messaggi che il sottosegretario agli Esteri Manlio Di Stefano ha portato al Festival del Cinema di Venezia, partecipando alla quinta edizione dei ‘Focus China’ organizzati da Anica per conto della Direzione Generale Cinema del MIBACT, in collaborazione con Xinhua Net, focalizzati sulle possibili cooperazioni tra Italia e Cina, alla presenza del Presidente di Anica, Francesco Rutelli, del Direttore di Toscana Promozione, Francesco Palumbo, del Presidente della CCTV International CICTV TAN Shiding, dell’ad di Rai Cinema, Paolo Del Brocco, e numerosi produttori italiani e cinesi.
Nel corso dei suoi interventi, Di Stefano ha ricordato come la cultura e in particolare il cinema siano uno straordinario veicolo di promozione del territorio e del turismo, e che siano intimamente connessi alla promozione dell’export.

Manlio Di Stefano

”Nel 2020, tra le misure per la ripresa dell’economia a seguito della pandemia – ha dichiarato – abbiamo stanziato oltre 1,5 miliardi di Euro in favore delle imprese nel quadro del nuovo patto tra Governo e mondo imprenditoriale, il Patto per l’Export”. Sono state raddoppiate le risorse per il piano straordinario di promozione integrata del Made in Italy ‘Vivere all’Italiana’, portandolo da 30 a 60 milioni di euro.
”Dobbiamo puntare su un ulteriore sviluppo delle relazioni culturali – ha aggiunto il vice ministro – promuovendo lo scambio di produzioni audiovisive, incoraggiando forme di coproduzione cinematografica e favorendo la scelta dell’Italia come luogo di riprese e post-produzione, avvalendoci di tutti quei valori, legati al rispetto delle tradizioni, al ruolo della famiglia nella società, che accomunano Italia e Cina”.
Nel corso del dibattito si è inoltre sottolineato l’impegno della Farnesina nel sostenere le associazioni di settore nella promozione di nuove produzioni cinematografiche. Citato in proposito il sostegno dato al Progetto Cina di ANICA che ha veicolato la creazione di numerose iniziative e retrospettive sul cinema italiano in Cina e ha dato vita alle iniziative “Focus on Italy – Focus on China” alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Ricordato anche il ruolo svolto dalla RAI nella produzione cinematografica italiana e all’importanza che possono rivestire le Film Commission regionali in quelle forme di promozione integrata del territorio, delle bellezze artistiche, paesaggistiche e delle eccellenze enogastronomiche italiane.