World Food Day: Conte, Italia con la Fao per la Food Coalition

223

ROMA, 16 OTTOBRE – “Fiera” di celebrare a Roma il 75esimo anniversario della Fao e il World Food Day, l’Italia promuove la Food Coalition, alleanza globale per garantire a tutti l’accesso
al cibo: “La nostra presidenza G2O 2021 lavorerà insieme alla Fao per assicurare sistemi alimentari sani e sostenibili”, ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella giornata mondiale dell’alimentazione.

Un messaggio ripreso dal capo dello Stato Sergio Mattarella: “È questo un momento di scelte decisive per l’intero pianeta, di un serio impegno globale, basato sul riconoscimento del valore dell’attività agricola, su un uso responsabile delle risorse naturali, sulla preservazione della biodiversità e degli
ecosistemi, sul rafforzamento e la sostenibilità dei sistemi
agro-alimentari di ciascuna comunità, al fine di assicurare una
alimentazione sana e sufficiente”.

La pandemia da Covid-19 ha accresciuto le sfide: “In tempi di emergenza sanitaria siamo chiamati ad una grande assunzione di responsabilità: lavorare insieme per evitare che milioni di persone si trovino nella morsa della fame”, e’ il messaggio, lanciato su Fb, del vice ministro degli esteri Emanuela Del Re che ha definto la Giornata Mondiale dell’Alimentazione “una delle ricorrenze più significative e sentite a livello internazionale”.

Secondo stime diffuse lo scorso luglio dalla FAO circa 800 milioni di persone soffrono la fame nel 2020 a causa della recessione economica innescata dall’emergenza
COVID19: “Questo mette ulteriormente a rischio il conseguimento dell’Obiettivo di sviluppo sostenibile 2 #FameZero”. Le decisione che prendiamo oggi, insieme,
delineeranno il futuro delle nostre società. Dobbiamo lavorare
alla creazione di sistemi agroalimentari più sostenibili e
solidi e alla diffusione di uno spirito di solidarietà globale,
iniziative vitali per risollevarsi dalla crisi e avviare una
ricostruzione efficace. Dobbiamo garantire la sicurezza alimentare, dovunque e a qualsiasi costo; non si tratta di un privilegio per pochi ma di un diritto di tutti”. (@OnuItalia)